Trovato squalo con 300 denti noto come “fossile vivente” [+FOTO]

Commenti Memorabili CM

Trovato squalo con 300 denti noto come “fossile vivente” [+FOTO]

| 28/05/2022
Fonte: Twitter

Uno squalo con 300 denti che è rimasto immutato nel tempo

  • È stato ritrovato un raro squalo con 300 denti noto come “fossile vivente”
  • I suoi avvistamenti sono molto rari ed è conosciuto in questo modo perché nuota nelle profondità dell’oceano dal tempo dei dinosauri
  • In base ai fossili ritrovati si è appreso come questa specie sia cambiata a malapena da allora
  • L’esemplare in questione misurava 1.50 metri di lunghezza e mostrava ampiamente i suoi pericolosi denti
  • La loro mascella incernierata rappresenta infatti un’enorme minaccia per gli altri pesci

 

Ha dell’incredibile il ritrovamento di un bizzarro squalo preistorico con 300 denti. L’origine dello squalo con le pinne risale infatti a milioni di anni fa i pescatori sono rimasti sbalorditi nel vedere questa specie i cui avvistamenti sono molto rari. Questa creatura nuota nelle profondità dell’oceano dal tempo dei dinosauri ed è spesso chiamato un “fossile vivente” perché negli 80.000.000 di anni in cui c’è vita sulla Terra, questo tipo di pesci è cambiato a malapena.

Questo spiega bene lo stupore dei pescatori che lo hanno trovato nell’oceano vicino al Portogallo a più di 610 metri sotto la superficie. Con 300 denti e un corpo lungo e sottile, lo squalo – che è un lontano cugino di altri squali come quelli più grandi bianchi che ben tutti conosciamo – sembra ricordi un serpente. Parlando con SIC Noticisas TV, i ricercatori hanno spiegato come stavano conducendo un progetto dell’Unione Europea per ridurre al minimo le catture indesiderate che risultano durante la pesca commerciale, quando si sono imbattuti in una delle catture più rare del mondo.

Questi squali sono un’enorme minaccia per gli altri pesci

Il pesce trovato misurava circa 1.50 metri di lunghezza e le immagini condivise online mostrano centinaia di denti dall’aspetto intimidatorio e un corpo lungo e sottile. E non solo l’aspetto è intimidatorio perché, seppur la conoscenza di questa specie sia molto limitata, si sa che costituiscono un’enorme minaccia per gli altri pesci dato che hanno una mascella incernierata per catturare prede più grandi.

Leggi anche: Pesci con denti “umani” affilati soprannominati mangiatori di testicoli

Lo squalo è stato avvisato nelle acque dell’Atlantico e nelle acque al largo delle coste del Giappone e dell’Australia, ma dato che vive in profondità estreme è stato raramente catturato. Per questi motivi gli scienziati non sono sicuri di quanti esemplari vi possano essere in natura. Ciò che è certo è che sono stati trovati fossili della stessa specie che risalgono a milioni di anni fa. L’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura elenca lo squalo con le pinne come una specie non in pericolo di vita. Tuttavia l’aumento della pesca commerciale in acque profonde potrebbe incrementare le probabilità che diventi a rischio di estinzione.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend