Gli utenti di Uber Eats in Canada potranno ordinare prodotti di cannabis sull’app

Commenti Memorabili CM

Gli utenti di Uber Eats in Canada potranno ordinare prodotti di cannabis sull’app

| 25/11/2021
Fonte: Pexels

Al via gli ordini di prodotti di cannabis per i consumatori di Uber Eats

  • Uber Eats ha deciso di permettere ai propri utenti di ordinare prodotti di cannabis
  • Ciò avverrà in Ontario, Canada, dove è legale l’uso da tre anni, ma non la consegna
  • Infatti le persone dovranno recarsi di persona presso il negozio più vicino
  • Vi sarà una sezione dell’app appositamente dedicata grazie alla partnership con il rivenditore Tokyo Smoke
  • Un’iniziativa che strizza l’occhio alla volontà del governo canadese di mettere un freno al commercio illegale

 

Uber Eats ha deciso di dare una svolta al proprio mercato, dando la possibilità ai propri clienti in Ontario, Canada, di ordinare prodotti di cannabis sull’app. Ci sarà una sezione dedicata per il rivenditore Tokyo Smoke che permetterà di ritirarli in un negozio vicino. Per il momento l’azienda non si è pronunciata sul fatto di estendere questa novità a tutto il Canada.

Gli utenti di Uber Eats dovranno verificare la loro età tramite l’app e gli ordini saranno pronti entro un’ora. Se vi state chiedendo perché non arriveranno a casa, tutto sta nel fatto che la legge canadese ha reso l’uso della marijuana legale dal 2018 ma è ancora illegale consegnarla. Questa decisione era nell’aria già da tempo. Da molto, infatti, Uber ha messo gli occhi sul fiorente mercato della cannabis, che vale circa 3.5 miliardi di euro all’anno in Canada.

Uber Eats punta ad aiutare il governo canadese a combattere il commercio illegale di cannabis

Già in aprile, infatti, l’amministratore delegato Dara Khosrowshahi ha spiegato che l’azienda prenderà in considerazione la consegna della cannabis una volta che sarà consentita dalla legge statunitense. Per quanto riguarda il Canada, invece, questa mossa si allinea con la volontà del governo di arginare la vendita illegale di queste sostanze. Nonostante, come detto, sia legale il commercio per uso creativo già da tre anni, i produttori illegali continuano a controllare gran parte del mercato.

Leggi anche: Il Lussemburgo diventa il primo paese europeo a legalizzare la cannabis

Uber, infatti, ha fatto sapere che la sua partnership con Tokyo Smoke aiuterà gli adulti del Paese ad acquistare cannabis sicura e legale, combattendo la piaga della criminalità. “Continueremo a guardare da vicino i regolamenti e le opportunità, mercato per mercato. E man mano che le leggi locali e federali si evolveranno, esploreremo opportunità con i commercianti che operano in altri Paesi” ha affermato un portavoce di Uber.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend