Ubriaco batte la testa e scambia l’attaccapanni per un ladro [+COMMENTI]

Commenti Memorabili CM

Ubriaco batte la testa e scambia l’attaccapanni per un ladro [+COMMENTI]

| 15/05/2021

Rientra in casa ubriaco, sbatte la testa e scambia l’attaccapanni per un ladro

  • Un uomo di 45 anni ha allertato la Polizia per segnalare un furto presso la sua abitazione
  • L’uomo ha segnalato la mancanza di due anelli
  • Intervenuti sul posto, gli agenti hanno ricostruito la vicenda scoprendo ben presto la verità
  • Prima di rientrare in casa l’uomo aveva bevuto due Negroni a stomaco vuoto
  • Ubriaco, è scivolato sullo zerbino di casa, perdendo i sensi e al suo risveglio ha scambiato l’attaccapanni per un ladro
  • Anche il quarantacinquenne ha confermato la loro ricostruzione e si è scusato, ma è stato comunque denunciato per procurato allarme

 

Fatto insolito nel quartiere Marassi, a Genova. Un uomo è rientrato in casa ubriaco, ha battuto la testa ed ha scambiato l’attaccapanni per un ladro. Nel dettaglio l’uomo, 45 anni, era rientrato presso la sua abitazione dopo aver consumato un ingente quantitativo di alcolici e aver assunto alcuni barbiturici.

Dopo essere caduto, ha battuto la testa e a perso i sensi. Una volta ripresa conoscenza, il quarantacinquenne ha allertato la Polizia, denunciando un furto presso il suo appartamento e segnalando la mancanza di due anelli.

L’intervento della Polizia

Immediatamente dopo, sono intervenute due volanti della Polizia che hanno subito cominciato a ricostruire la vicenda. Gli investigatori del Commissariato San Fruttuoso hanno presto scoperto cos’era accaduto in realtà.

Prima di rientrare, l’uomo si era intrattenuto presso un bar di via Canevari e aveva bevuto due Negroni a stomaco vuoto. Una volta raggiunta la porta di casa, è scivolato sullo zerbino battendo la testa e perdendo i sensi. Una volta ripresosi, il quarantacinquenne – che soffre di epilessia – si è preoccupato che potesse subire una crisi, perciò ha deciso di assumere una boccetta di barbiturico per prevenirla.

Leggi anche: Fermato ubriaco in autostrada, si giustifica: “Sono un rappresentante di vini” [+COMMENTI]

Ubriaco e sotto effetto di farmaci, ha visto l’ombra del suo attaccapanni e l’ha scambiato per un ladro. “Lì per lì credevo fosse un ladro ma ora ho capito che ho fatto confusione e si trattava dell’appendiabiti”, ha dichiarato il quarantacinquenne in commissariato. Per quanto riguarda gli anelli, invece, ha spiegato di non sapere bene da quanto tempo non riesce a trovarli. L’uomo ha quindi porto le sue scuse alla Polizia, ma questo non gli ha risparmiato la denuncia per procurato allarme.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend