Ubriaco fradicio senza bere un goccio: colpa della sindrome da fermentazione intestinale

Commenti Memorabili CM

Ubriaco fradicio senza bere un goccio: colpa della sindrome da fermentazione intestinale

| 20/01/2020
Ubriaco fradicio senza bere un goccio: colpa della sindrome da fermentazione intestinale

A volte si alza il gomito perché si esagera ad una festa; c’è chi “beve per dimenticare” e chi ha il vizietto dell’alcool. E c’è persino chi è in grado di ubriacarsi… senza nemmeno aver bevuto un goccetto di birra!

“Vostro Onore, sono innocente: sono vittima della sindrome da fermentazione intestinale!” Questa è stata la (debole) difesa di un uomo del Maine che era stato portato in Tribunale con l’accusa di guida in stato di ebrezza. Nel suo sangue era stato trovato un tasso alcolemico quattro volte superiore a quello consentito dalla legge. Ma John Burbank non voleva essere ritenuto un semplice ubriacone.

Ha quindi presentato davanti alla Corte del Maine la sua versione dei fatti. Quando è stato fermato mentre con la sua auto guidava a zig zag non era in preda ad una sbronza colossale, nient’affatto Vostro Onore. Quello che gli agenti di Polizia hanno verificato dall’alcool test era solo la conseguenza di una rarissima e terribile malattia da cui Burbank si è detto affetto: la sindrome da fermentazione intestinale.

Un po’ interdetti, il Giudice e i Giurati si sono dettagliatamente informati su questa inusitata malattia. Dopo aver consultato studi, casi clinici e documenti vari, il verdetto della Giuria è stato unanime e irrevocabile. Ahimè, il povero Burbank non è stato creduto. A parere della Corte, l’uomo era solo un vecchio beone, con precedenti in tal senso, che si era arrampicato sugli specchi per salvarsi.

“E l’innocenza sulle gote tue…”

Era innocente il nostro John Bubank e la Giuria ha commesso un imperdonabile errore giudiziario? O era solo un gran furbone – molto ben informato – che ha cercato di evitare una sostanziosa multa e altre conseguenze legali con una bugia elaborata? A questo non possiamo dare risposta: ma possiamo dire che la sindrome da fermentazione intestinale non se l’è inventata lui, perché esiste davvero.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend