E’ ubriaco, gli ritirano la patente: lui dimentica e denuncia lo smarrimento

Commenti Memorabili CM

E’ ubriaco, gli ritirano la patente: lui dimentica e denuncia lo smarrimento

| 16/09/2020
E’ ubriaco, gli ritirano la patente: lui dimentica e denuncia lo smarrimento

E’ successo a Carpi. Bisogna aggiungere altro?

  • Un uomo ha passato una nottata brava
  • Poi il mattino dopo non ricordava più nulla
  • Non trovava la patente
  • Quindi è andato ai Carabinieri per denunciarne la scomparsa
  • Peccato che gliel’avevano ritirata proprio loro

 

Ecco cosa è successo in Italia, nella ben nota a noi memorabili Carpi (in provincia di Modena). Un uomo di 40 anni ha deciso di passare una serata spensierata e di lasciarsi andare a qualche bicchierino di in più, anche se a fine serata si è ritrovato completamente ubriaco. Il lunedì mattina si è svegliato, probabilmente con un mal di testa non indifferente, e non ha trovato più la sua patente nel portafogli.

Se avesse guardato meglio non avrebbe trovato nemmeno l’auto. Comunque, una volta recatosi dai Carabinieri per sporgere regolare denuncia di smarrimento del documento, scopre ciò che è avvenuto. Giunto in caserma, il 40 enne dice di aver smarrito la sua patente e racconta un simpatico aneddoto. “Mi sono accorto di aver perso la patente. Ho sognato che i Carabinieri me l’avevano sequestrata ed ora è sparita, quindi sono qui per sporgere denuncia” ha spiegato ai militari. Ma non era un brutto sogno, era proprio la verità.

Sogno realistico

Evidentemente la serata alcolica aveva cancellato i ricordi di quanto era successo e, alla fine, ha ricevuto un’amara sorpresa. Il suo documento non era stato smarrito, ma era stato sequestrato, insieme al suo veicolo, dagli stessi militari durante la notte precedente. Infatti i Carabinieri, come spesso fanno, avevano effettuato dei controlli di routine durante la notte.

Il nostro carpigiano era stato fermato, più o meno, alle tre del mattino. I Carabinieri hanno effettuato l’alcool test servendosi del palloncino. I valori riscontrati erano decisamente alti e fuori dai limiti consentiti. Quindi, constatando lo stato d’ebrezza hanno proceduto al ritiro della patente e al sequestro del veicolo. Sicuramente la sbornia gli sarà costata tempo e denaro e, soprattutto, una discreta quantità di prese in giro nel paese.

La memoria di questo autista aveva cancellato anche quello che era accaduto in seguito. Evidentemente impossibilitato a guidare e, quindi, a tornarsene a casa, essendo rimasto senza patente e senza auto, lo smemorato, come da procedura, aveva chiamato qualcuno in soccorso in modo che lo raggiungesse e lo potesse portare a casa. Alla fine è riuscito a trovare un amico.

Infatti un buon samaritano si era precipitato a recuperare l’autista “distratto” per riportarlo a casa. Grazie ai Carabinieri il 40 enne ha potuto recuperare la memoria, rintracciare auto e patente e scoprire le buone azioni che l’amico aveva avuto per lui e che lui aveva dimenticato.

Leggi anche: Ubriaco al volante: gli chiedono la patente ma tira fuori un taco

Insomma una nottata da dimenticare, proprio come aveva fatto il nostro protagonista e che invece rimarrà nella storia dei racconti di paese per molto molto tempo. Sperando che lui non si dia di nuovo all’alcool per dimenticare quanto è avvenuto.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend