Udinese-Toro: per i granata un importante test di maturità

Commenti Memorabili CM

Udinese-Toro: per i granata un importante test di maturità

| 18/10/2019
Udinese-Toro: per i granata un importante test di maturità

I precedenti di Udinese-Torino / In casa dei friulani il Toro ha conquistato 6 vittorie, 14 pareggi e altrettante sconfitte.

E’ una vera e propria prova di maturità quella che attende i ragazzi di Mazzarri ad Udine, domenica alle 15.00. Se infatti la compagine granata ha saputo convincere (e non poco) durante l’ultimo pareggio casalingo con il Napoli, è pur vero che pesano ancora, specie nella memoria di allenatore e tifoseria, i passi falsi compiuti da Belotti e compagni nel corso di queste prime sette gare di stagione, sconfitta casalinga con il Lecce in primis.

Il Torino troverà infatti una squadra certamente meno forte a livello tecnico, ma ciò non deve portare il Toro a sottovalutare i pericoli, ma anzi a moltiplicare l’attenzione al fine di saper interpretare i momenti della partita e le difficoltà. Vi è poi il caso Nkoulou, il quale dopo il ritorno in campo vuole confermare le buone giocate che ha fatto intravedere, tenuto conto che di fronte ci sarà una squadra sì con le polveri bagnate (tre gol fatti, peggior attacco del campionato) ma che ha bisogno di punti.

Infine, la duttilità; Mazzarri probabilmente chiederà alla squadra di cambiare veste tattica a seconda delle situazioni in campo, anche attraverso l’utilizzo di sostituzioni programmate. I giocatori in campo dovranno dimostrare di aver metabolizzato bene i concetti e i principi che il tecnico chiede.

Dal lato Udinese (che non vedrà l’allenatore Tudor in panchina per via della confermata squalifica), quello che si prospetta è il classico 3-5-2 con Becao che in difesa potrebbe dare forfait. L’infortunio muscolare è superato ma il brasiliano potrebbe partire lo stesso dalla panchina, con De Maio titolare in sua vece. Il trio arretrato verrà completato da Samir e Trost-Ekong, mentre in porta ancora una volta Musso. Sugli esterni Ter Avest, e non Larsen che si è fermato ieri, e Sema, mentre nel mezzo Mandragora, Jajalo e De Paul fresco di rinnovo. Davanti a fare coppia con Okaka potrebbe esserci il rientrante Lasagna.

 

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend