L’“Uomo Ragno francese” scala un palazzo di 167 metri per il suo compleanno [+VIDEO]

Commenti Memorabili CM

L’“Uomo Ragno francese” scala un palazzo di 167 metri per il suo compleanno [+VIDEO]

| 23/09/2022
Fonte: Facebook

Il free climber Alain Robert ha festeggiato i 60 anni con una nuova arrampicata sul Tour TotalEnergies di Parigi

  • Alain Robert è un noto arrampicatore che per aver scalato centinaia di grattacieli si è guadagnato il soprannome di Uomo Ragno
  • Per festeggiare il suo sessantesimo compleanno ha scalato il Tour TotalEnergies a Parigi, un palazzo di 48 piani e 187 metri di altezza
  • Il free climber ha voluto lanciare il messaggio che a 60 anni, l’età della pensione in Francia, si può ancora praticare sport, essere attivi e fare cose favolose
  • Robert ha scalato più di 150 grattacieli nel mondo, tra cui la Tour Eiffel, il Golden Gate Bridge di San Francisco, il teatro dell’Opera di Sidney e il Burj Khalifa di Dubai, l’edificio più alto al mondo
  • Nelle scalate non usa imbracature ma solo scarpette da arrampicata e gesso sulle mani nude

 

L’“Uomo Ragno francese” Alain Robert ha festeggiato il compleanno scalando un grattacielo di 48 piani. Il free climber, che per le sue strabilianti arrampicate si è guadagnato negli anni il soprannome di Uomo Ragno, ha portato a termine una nuova impresa per una data molto speciale: il suo sessantesimo compleanno.

L’arrampicata al Tour TotalEnergies

L’intento era quello di dimostrare che l’avanzare dell’età non è un impedimento ad attività impegnative. Robert ha raggiunto in poco tempo la cima del Tour TotalEnergies, un palazzo di 187 metri che svetta nel quartiere La Defense di Parigi. Un’impresa che aveva già realizzato altre volte in passato. «Voglio lanciare il messaggio che a 60 anni, che è l’età della pensione in Francia, si può ancora praticare sport, essere attivi e fare cose favolose. Mi ero ripromesso anni fa che, quando avrei raggiunto quest’età, avrei scalato di nuovo quel grattacielo».

L’arrampicata all’edificio Total è stata anche un atto di sensibilizzazione sui cambiamenti climatici.

Oltre 150 grattacieli scalati

Robert ha cominciato a fare arrampicate nel 1975, allenandosi sulle scogliere nei pressi della sua città natale, Valence, nel sud della Francia. All’età di 12 anni, avendo perso le chiavi di casa ed essendo rimasto chiuso fuori dall’appartamento all’ottavo piano, invece di aspettare l’arrivo dei genitori, si arrampicò sulla facciata del palazzo entrando attraverso una finestra aperta.

Negli anni, senza imbracature, con solo delle scarpette da arrampicata e gesso sulle mani nude, ha scalato più di 150 grattacieli nel mondo, tra cui la Tour Eiffel, il Golden Gate Bridge di San Francisco, il teatro dell’Opera di Sidney e il Burj Khalifa di Dubai, l’edificio più alto al mondo (828m). Negli anni ’90 ha raggiunto la fama mondiale scalando l’Empire State Building e le Torri Petronas a Kuala Lumpur, in Malesia.

Leggi anche: Bambine “Spider Girls” si arrampicano sui muri senza supporti [+VIDEO]

Si è arrampicato anche in situazioni estreme: la Sears Tower di Chicago aveva nella parte superiore dei suoi 110 piani una fitta nebbia che ricopriva di umidità la facciata di metallo, rendendola scivolosa. Robert riuscì comunque a raggiungere la sommità del grattacielo. Per le sue arrampicate non autorizzate è stato spesso arrestato.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend