Niente alcolici per 42 giorni con il vaccino Sputnik V, i russi: “Irragionevole”

Commenti Memorabili CM

Niente alcolici per 42 giorni con il vaccino Sputnik V, i russi: “Irragionevole”

| 10/12/2020
Niente alcolici per 42 giorni con il vaccino Sputnik V, i russi: “Irragionevole”

Le persone che ricevono il vaccino Sputnik V contro il Covid-19, quello russo, non potranno bere alcolici per 42 giorni

  • I funzionari della Russia hanno dichiarato che coloro che si sottoporranno al  vaccino Sputnik V contro il Covid-19 non potranno bere alcolici
  • Il capo dell’Osservatorio della salute dei consumatori, Anna Popova, lo ha specificato in un’intervista radiofonica
  • Popova ha detto che i soggetti dovrebbero rinunciare all’alcol almeno due settimane prima della prima iniezione e altri 42 giorni dopo la sua somministrazione
  • I russi non hanno preso molto bene la notizia
  • Alexander Gintsburg, lo sviluppatore del vaccino, ha fornito una versione diversa

 

I funzionari russi hanno avvertito i destinatari del vaccino Sputnik V contro il Covid-19 di non bere alcolici dopo la sua somministrazione. Il capo dell’Osservatorio della salute dei consumatori, Anna Popova, ha detto alla stazione radio Komsomolskaya Pravda che “le persone dovrebbero smettere di bere alcolici almeno due settimane prima di ricevere la prima di due iniezioni. Dovrebbero continuare ad astenersi per altri 42 giorni.  I russi sono tra i bevitori più accaniti del mondo, anche se il consumo è diminuito drasticamente dal 2003. Popova ha avvertito che l’alcol ridurrebbe la capacità dell’organismo di sviluppare l’immunità a COVID-19. “È uno stress per il corpo. Se vogliamo essere sani e avere una forte risposta immunitaria, non dobbiamo consumare bevande alcoliche”, ha detto.

Questo mi dà davvero fastidio, ha detto alla redazione di Reuters Elena Kriven, residente a Mosca. “È improbabile che non possa bere alcolici per oltre 42 giorni e credo che lo stress per il corpo di rinunciare all’alcol, soprattutto in un periodo di festa, sarebbe peggiore degli effetti collaterali del vaccino e dei suoi presunti benefici”. Kriven si riferiva ai principali giorni festivi di Capodanno: molti russi trascorreranno i primi 10 giorni del 2021 rilassandosi in patria o all’estero, un periodo associato a un maggiore consumo di alcol.

Le precisazioni dello sviluppatore del vaccino

Il consiglio di Popova è stato contraddetto da Alexander Gintsburg, lo sviluppatore del vaccino. L’account Twitter dello Sputnik V ha pubblicato un consiglio molto diverso accompagnato da un’immagine dell’attore hollywoodiano Leonardo DiCaprio che alza un bicchiere di champagne. “Un bicchiere di champagne non farà male a nessuno, nemmeno al sistema immunitario”, ha detto Gintsburg.

Leggi anche: Il britannico William Shakespeare è il primo uomo al mondo a ricevere il vaccino per il Covid-19

Il microbiologo ha aggiunto che i destinatari del vaccino Sputnik V dovrebbero astenersi dal bere alcolici per soli tre giorni dopo ogni iniezione. “Si tratta solo di una ragionevole restrizione del consumo fino a quando il corpo non ha formato la sua risposta immunitaria all’infezione da Coronavirus”.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend