Venditore d’auto fa causa al capo: “Fa troppi peti in ufficio”

  • Share

I giudici dovranno esaminare le testimonianze del dipendente preso di mira: i peti sarebbero stati continui e mirati a rendergli la vita un inferno

La calunnia è un venticello, come dice una delle arie più famose de “Il barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini: non si sa ancora se siano calunnie, invece, quelle lanciate da un venditore d’auto contro il suo capo proprio per l’eccessivo “venticello” sprigionato in un ufficio con i suoi peti. L’uomo ha infatti deciso di fare causa al superiore e le accuse sono molto pesanti visto che sarebbe stata rasentata la violenza sessuale.

Il fatto è avvenuto in Texas, per la precisione in un concessionario di League City (nella Contea di Galveston). Il dipendente molestato si chiama Brett Bland, mentre il boss petomane risponde al nome di Jeremy Pratt. Inoltre il concessionario è quello dell’Acura, il marchio usato dalla Honda per alcuni modelli di autovetture di classe superiore. Il brand è molto diffuso negli Stati Uniti e ora bisognerà capire se le accuse di Bland rispondano al vero. La sua vita era diventata un inferno e ha vuotato il sacco.

peti, ufficio, capo, venditore

Ma cosa ha raccontato di così terrificante?

Comments

comments

Articoli correlati