Ventenni precipitano nel burrone a bordo di una ruspa rubata [+COMMENTI]

Commenti Memorabili CM

Ventenni precipitano nel burrone a bordo di una ruspa rubata [+COMMENTI]

| 07/06/2021
Fonte: Commenti Memorabili Fonte: Pexels

Ventenni su una ruspa rubata finiscono nell’Avisio

  • Un gruppo di ragazzi ha pensato di passare una notte diversa dalle altre
  • Si sono introdotti all’interno di una cava
  • Due di loro hanno rubato una ruspa e si sono avviati su una stradina
  • Ben presto ne hanno però perso il controllo
  • Sono precipitati per trecento metri finendo la loro corsa in un torrente

 

Cosa combiniamo questa notte? Nove ventenni devono aver pensato: “Perché non ci mettiamo a bordo di una ruspa rubata e andiamo a far baldoria?”. Peccato che la situazione sia ben presto precipitata, in tutti i sensi. La cosa, infatti, non è finita per nulla bene, anzi.

Ci troviamo a Trento, nella frazione di Gazzadina. Stando alle prime informazioni, un gruppo di nove ragazzi – tutti tra i diciannove e i ventuno anni – si sarebbe introdotto in una cava. In particolare due di loro hanno “preso in prestito” una ruspa, l’hanno accesa e hanno imboccato una stradina.

I ventenni e la ruspa rubata sono precipitati per trecento metri

Peccato che ad un certo punto i due ventenni abbiano perso il controllo della ruspa rubata e siano finiti fuori strada. Il danno ormai era fatto: nemmeno il tempo di accorgersene ed erano precipitati per circa trecento metri in un burrone, ribaltandosi più volte. La loro corsa è infine terminata nel torrente Avisio.

Per riuscire a raggiungerli c’è voluto il dispiegamento di una macchina di soccorsi imponente che ha lavorato dalle tre del mattino sino all’alba inoltrata. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuco di Lavis, Giovo e Melano, insieme agli uomini del Saf, il Nucleo Speleo Alpino Fluviale. Congiuntamente hanno lavorato al loro recupero anche le forze dell’ordine, il Soccorso Alpino e i sanitari con diverse ambulanze.

Aperte le indagini per chiarire le dinamiche dell’incidente

In azione persino l’elicottero, resosi necessario per trasportare all’ospedale Santa Chiara di Trento i due ventenni protagonisti di questa bravata con la ruspa rubata. Fortunatamente per loro solo ferite non gravi. Nulla da fare, invece, per la povera ruspa che ha avuto la peggio. Il mezzo è infatti andato distrutto nei vari impatti.

Leggi anche: Carpi: assaltano distributore Q8 con la ruspa [+COMMENTI]

Le autorità hanno ovviamente aperto un’indagine per chiarire le dinamiche di quanto avvenuto. I Carabinieri del gruppo Radiomobile del capoluogo puntano a capire le responsabilità dei ragazzi, raccogliendo elementi e testimonianze sull’accaduto. Per il momento il gruppo ha subìto una denuncia per invasione di terreno. I due che hanno rubato l’escavatore, invece, potrebbero rischiare una denuncia per furto da parte del proprietario del mezzo.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend