Ciclista sostiene di dover vivere senza vestiti perché la rendono “ansiosa”

Commenti Memorabili CM

Ciclista sostiene di dover vivere senza vestiti perché la rendono “ansiosa”

| 06/08/2022
Fonte: Pexels

La scelta di vita di Sadie Tann

  • Sadie Tann ha scelto di non indossare i vestiti
  • Questi a suo dire la rendono ansiosa
  • Con i vestiti addosso non si sente se stessa e nemmeno a suo agio
  • Anche il compagno Collin è appassionato di naturismo
  • Ora hanno intrapreso una pedalata di beneficienza senza vestiti per aiutare a ripristinare gli ambienti naturali

 

La mattina la maggior parte di noi si sveglia, si fa una doccia e poi si veste. Ma non Sadie Tann, che sostiene che i vestiti la rendono “ansiosa” e quindi passa la maggior parte del tempo senza vestiti con il suo compagno. Lei e Collin sono entrambi appassionati di naturismo e vanno in giro come mamma li ha fatti. Questa scelta insolita fa parte da tempo dello stile di vita di Sadie e risale alla sua infanzia. La ciclista ha infatti sostenuto di aver bisogno di essere senza vestiti per aiutare il suo “benessere”.

Sadie ha dichiarato: “Ho sempre amato la sensazione di essere svestita, preferisco essere così perché così mi sento molto più a mio agio. Mi sento libera e piena di gioia. Indossare i vestiti è come indossare un costume e nessuno di essi mi fa sentire ‘me stessa’. I vestiti mi fanno sentire come se mi stessero addosso gli strati di aspettative, di ansia e di pressioni della vita moderna. Non avere i vestiti per me è un sollievo da queste ansie e mi sento completamente nel mio elemento. La mia ansia sociale cessa quasi di esistere. Nel corso degli anni è diventato sempre più evidente che ho bisogno di questo tempo per il mio benessere”.

I due hanno intrapreso una pedalata di beneficienza senza vestiti

Sadie si dedica anche alla raccolta di cibi selvatici e al campeggio selvaggio: un giorno spera di diventare un’ecologista per aiutare il pianeta. Lei e il compagno hanno esortato tutti a non lasciare che i pregiudizi della gente impediscano loro di vivere la vita alle loro condizioni. “Questo è ciò che ci fa sentire liberi e vivremo le nostre vite fedeli a noi stessi”. La loro passione per la natura è ciò che ha ispirato la coppia a intraprendere una pedalata di beneficenza, ovviamente senza vestiti.

Leggi anche: Chef in un resort naturista: “Cucinare senza vestiti è doloroso, ma lo adoro”

Ha motivato così la loro scelta: “Vogliamo aiutare a ripristinare gli ambienti naturali ed è per questo che abbiamo scelto Rewild Britain come uno dei nostri enti di beneficenza. Abbiamo anche scelto l’associazione Mind perché vogliamo aiutare gli altri a superare le sfide, essendo riusciti a gestire le nostre. Crediamo che questi aspetti siano tutti collegati tra loro: più spazi naturali equivalgono a una migliore salute mentale”.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend