La Via Lattea potrebbe ospitare almeno 36 civiltà aliene

Commenti Memorabili CM

La Via Lattea potrebbe ospitare almeno 36 civiltà aliene

| 19/06/2020
La Via Lattea potrebbe ospitare almeno 36 civiltà aliene

Gli astrofisici dell’Università di Nottingham stimano che potrebbero esserci 36 civiltà aliene intelligenti all’interno della Via Lattea

  • Un nuovo studio dell’Università di Nottingham ipotizza l’esistenza di almeno 36 civiltà aliene intelligenti nella Via Lattea
  • Il team di astronomi non ha trovato prove di concrete per l’esistenza di forme di vita aliena, ma si è basato sul calcolo delle probabilità
  • Gli scienziati hanno supposto che le forme di vita aliene si siano formate in modo simile alla Terra
  • Secondo questi calcoli, quindi, la Via Lattea potrebbe ospitare decine di civiltà aliene in grado di comunicare
  • Sfortunatamente,  la civiltà più vicina sarebbe a 17.000 anni luce di distanza

 

Un nuovo studio pubblicato su The Astrophysical Journal getta nuova luce su una domanda secolare: c’è vita nello Spazio? I ricercatori hanno pubblicato un nuovo studio che suggerisce che potrebbero esserci circa 36 civiltà aliene attive proprio all’interno della nostra galassia, la Via Lattea. Il team dell’Università di Nottingham, nel Regno Unito, non ha trovato prove concrete di queste forme di vita intelligenti, ma è giunto a questa conclusione supponendo che forme di vita intelligenti su altri pianeti possano essere simili a come si sono formate sulla Terra.

Qui, la vita intelligente si è formata dopo 4,5 miliardi di anni. Su questa base, i ricercatori hanno ipotizzato che la vita intelligente si possa essere formata anche su altri pianeti dopo circa 5 miliardi di anni. Allo stesso modo, credono che la vita intelligente su altri pianeti richieda un ambiente ricco di metalli. Sulla Terra abbiamo il Sole, che è piuttosto ricco di metallo rispetto alle altre stelle.

Decine di civiltà sparse per la Via Lattea

“Dovrebbero esserci almeno alcune decine di civiltà attive nella nostra galassia, partendo dal presupposto che ci vogliono 5 miliardi di anni perché la vita intelligente si formi su altri pianeti, come sulla Terra”, ha spiegato l’autore dello studio Christopher Conselice. L’idea è guardare all’evoluzione, ma su scala cosmica. Chiamiamo questo calcolo il Limite Copernicano Astrobiologico”.

“Una delle domande più antiche che gli esseri umani si sono posti è se la nostra esistenza – come specie intelligente avanzata – è unica. Naturalmente – da un punto di vista statistico – questo è uno dei problemi più impegnativi della scienza, poiché tutto ciò che possiamo fare è tentare di imparare da un singolo punto di dati conosciuto (noi stessi), senza alcun metodo possibile per modellare la distribuzione della potenziale popolazione delle civiltà in tutta la Galassia”, ha commentato il co-autore dello studio Tom Westby.

Leggi anche: Segnale radio proveniente dallo spazio profondo si ripete ogni 157 giorni

Tuttavia, i ricercatori suggeriscono anche che queste civiltà aliene sono diffuse uniformemente in tutta la galassia. Se così fosse, la civiltà più vicina sarebbe a 17.000 anni luce di distanza, rendendo estremamente difficile, se non impossibile, la comunicazione interstellare.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend