L’incredibile storia di Vincenzo Peruggia e del furto della Gioconda

  • Share

Nel 1911 un semplice operaio pensò di farsi beffe dei francesi rubando la Gioconda e portandosela con sè in Italia per vendetta

Vorrei rubarla e nasconderla in una cassa di patate. Questa frase della canzone “Monna Lisa” di Ivan Graziani descrive alla perfezione il furto più clamoroso della Gioconda di Leonardo, quello avvenuto il 21 agosto 1911. La storia è piuttosto conosciuta e ha ispirato anche film e serie televisive. Il protagonista del colpo più incredibile della storia dell’arte fu un semplice operaio e imbianchino, l’italiano Vincenzo Peruggia.

Prima di arrivare a lui, però, le forze dell’ordine condussero un’indagine fin troppo sommaria, additando responsabili famosi e affermati come Pablo Picasso. Peruggia verrà sempre ricordato come il ladro della Gioconda, ma per alcuni contemporanei fu addirittura un eroe e un patriota. Rubare un dipinto tanto celebre sembrava impossibile e invece l’uomo ci riuscì nella maniera più semplice possibile, nascondendo il quadro in una cassa di patate, un nascondiglio insospettabile. Ma perché un semplice operaio arrivò a tanto?

Peruggia e il furto della Gioconda

La sua storia è curiosa e romanzesca.

Comments

comments

Articoli correlati