Vincenzo Verzeni: storia del primo serial killer italiano

Vincenzo Verzeni: storia del primo serial killer italiano
  • Share

Vincenzo Verzeni è stato il primo serial killer italiano della storia. Purtroppo dopo di lui ce ne sono stati molti altri. Ma oggi vogliamo svelarvi la sua storia.

I serial killer, purtroppo, sono molti più di quanti pensiamo. Persone che uccidono per il solo gusto di farlo, continuando ad uccidere senza sosta e mietendo più vittime possibili. Ma voi lo sapete chi è stato il primo serial killer italiano? Si chiama Vincenzo Verzeni, è nato in provincia di Bergamo nel 1849. Era un ragazzo molto silenzioso e proveniva da una famiglia estremamente disagiata.

Un padre alcolizzato, che picchia spesso sia la moglie che il figlio, e una madre totalmente succube del marito, che soffre di epilessia. La trasformazione da docile ragazzo taciturno a spietato serial killer avviene per via della rabbia che aumenta ad ogni percossa e umiliazione. La sua vita difficile, in questa famiglia piena di orrore, dove la violenza regnava sovrana lo hanno portato a far si che la violenza appartenesse per sempre alla sua vita. La rabbia si è trasformata in ossessione e desiderio di uccidere. Così è iniziata la sua vita da terribile assassino desideroso di torturare ed uccidere.

La storia di Vincenzo Verzeni

Chi sono le sue vittime?

Comments

comments

Articoli correlati