Discussa ricetta anti Covid: vino rosso e resveratrolo [+COMMENTI]

Commenti Memorabili CM

Discussa ricetta anti Covid: vino rosso e resveratrolo [+COMMENTI]

| 20/11/2020
Discussa ricetta anti Covid: vino rosso e resveratrolo [+COMMENTI]

Una notizia che ci allarga il cuore, e pure lo stomaco

  • Agli esordi della pandemia di Coronavirus uscì uno studio molto interessante
  • Parlava del resveratrolo, una sostanza presente negli acini d’uva e quindi nel vino rosso
  • Pare che sia in grado di inibire la moltiplicazione del virus responsabile dell’infezione da Covid-19
  • La notizia ovviamente ha rallegrato il cuore dei bevitori
  • Ma gli infettivologi ammoniscono: non vuol dire che bere vino rosso rende immuni

 

A febbraio 2020 uscì una pubblicazione scientifica di grande interesse, intitolata “Therapeutic options for the 2019 novel Coronavirus (2019-nCoV)”. A firmarla furono il professor Guandgi Li, della Xiangya School of Public Health della Central South University di Changsha (Cina) il professor Erik De Clercq della Katholieke Universiteit Leuven, in Belgio. Insomma, mica due tizi qualunque.

Il contenuto interessante della loro ricerca era il seguente (in estrema sintesi). I due eminenti studiosi avevano potuto constatare come il resveratrolo aiuti a contenere la diffusione dei virus che causano la polmonite, come il SARS-Cov-2. Il resveratrolo si trova nel vino rosso. Per tutti gli avvinazzati e i beoni di questo mondo (categoria in cui ci riconosciamo senza vergogna) è stato facile fare l’equazione: bicchiere di vino= immunità dal Covid-19.

Frena la mula

Farsi prendere dall’entusiasmo davanti ad una notizia del genere è stato fin troppo facile. Qualcuno ha capito di aver intrapreso da subito la strada giusta per combattere questo terribile morbo.

Qualcun altro ha capito che, se forse l’immunità di gregge non è ancora raggiunta, almeno per quanto lo riguardava si poteva sentire al sicuro!

Non sono mancati però gli scettici, perplessi davanti ad un’evidenza innegabile.

Leggi anche: L’assurda “sfida” di TikTok tra i ragazzi affetti dal COVID-19

Insomma, i facili entusiasmi si sono presto spenti quanto immunologi e virologi, nonché una nota uscita sul sito ufficiale del Ministero della Salute, hanno chiarito che bere vino e alcolici in generale non serve proprio ad un bel niente (almeno rispetto a proteggersi dal virus). Purtroppo, temiamo abbiano ragione. Anche perché, visti i livelli di alcol che alcuni di noi sono in grado di ingurgitare, avremmo debellato la pandemia già da un bel pezzo.

 

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend