Il vino uccide germi e batteri: parola di ricerca scientifica

Commenti Memorabili CM

Il vino uccide germi e batteri: parola di ricerca scientifica

| 12/10/2021
Fonte: Pixabay

Lo studio: ecco come il vino uccide germi e batteri

  • Una ricerca ha dimostrato che il vino uccide germi e batteri
  • Questa bevanda è in grado di contrastare mal di gola e disturbi dentali
  • Tutto merito dell’alcol, che annienta l’organismo di virus e batteri
  • Un esperimento ha dimostrato che il vino è persino in grado di neutralizzare la salmonella
  • Attenzione, però: è sempre bene non esagerare

 

Hai mal di gola o problemi di igiene del cavo orale? Lascia stare i medicinali: molto meglio un bel calice di… “succo d’uva”. A dirlo, è la Scienza. Infatti, secondo una ricerca pubblicata sul Journal of Agricultural and Foot Chemistry, il vino uccide germi e batteri. Sì, avete capito bene. Tutto merito dell’alcol che questa bevanda contiene. Venendo a contatto con l’organismo di virus e batteri, infatti, altera la struttura di enzimi e proteine, impedendo loro di agire.

Dopodiché ne fa fuori la maggior parte, ad eccezione delle spore, che risultano più resistenti. Per esaminare le incredibili proprietà del vino, gli scienziati hanno condotto un peculiare esperimento. I ricercatori hanno inserito all’interno di questa bevanda alcuni batteri vivi e molto pericolosi, come quello della salmonella. Dopodiché, hanno atteso qualche giorno per verificare cosa sarebbe successo. Indovinate un po’? In appena 48 ore, i batteri erano stati distrutti.

Sempre meglio non esagerare

Insomma, è ufficiale: il vino uccide germi e batteri. Ecco quindi che anche gli infallibili rimedi della nonna, come il Vin Brulé contro il raffreddore, trovano il loro fondamento scientifico. Non solo: questa bevanda ha numerosi altri benefici sul nostro organismo. Basti pensare, infatti, che abbassa i livelli di trigliceridi, colesterolo e glicemia.

Inoltre, l’assunzione moderata di vino rafforza le ossa, contrastando l’osteoporosi. Infine, incredibile ma vero, è persino meglio dei “ritocchini”. Grazie a una sostanza chiamata resveratrolo, infatti, ha proprietà antiossidanti e rallenta il processo di invecchiamento. State per trangugiare quantità di vino a volontà, per godere dei suoi strabilianti vantaggi? Eh no, ci dispiace darvi questa delusione: non funziona esattamente così.

Leggi anche: Cosa succede se si smette di bere vino per una settimana? [+COMMENTI]

Gli esperti, infatti, sono stati chiari: è bene non esagerare. La ragione? Se esponiamo il nostro sistema immunitario a dosi eccessive e frequenti di alcol, facciamo esattamente l’opposto: lo indeboliamo fino a sopprimerlo del tutto. Basti pensare che anche l’esito di una singola notte di bagordi può essere compromettente. In questo caso, il nostro sistema immunitario si fiacca per 24 ore circa. Insomma, bere vino sì, ma con moderazione.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend