Vivere fino a 130 anni sarà presto possibile: lo rivela la scienza

Commenti Memorabili CM

Vivere fino a 130 anni sarà presto possibile: lo rivela la scienza

| 23/07/2021
Fonte: Freepik

Nel 2100 potremmo vivere fino a 130 anni: lo studio

  • Negli ultimi decenni, la durata media della vita è aumentata notevolmente
  • Secondo gli scienziati dell’Università di Washington, la longevità della nostra specie crescerà ancora
  • Per stabilirlo, gli esperti hanno esaminato i dati dell’International Database on Longevity
  • Al 99%, infatti, ci sarà chi riuscirà a spegnere 124 candeline
  • Non manca una piccola possibilità che si riesca a vivere persino fino a 130 anni

 

Se c’è una cosa che fa paura proprio a tutti è la signora vestita di nero, con falce alla mano. Il progresso e la scienza, però, giungono  in nostro soccorso anche in merito di longevità. Secondo uno studio dell’Università di Washington, infatti, presto vivere fino a 130 anni sarà tutt’altro che impensabile. Lo studio è basato su accurati calcoli statistici. Gli esperti, infatti, hanno consultato i dati dell’International Database on Longevity, contenenti le informazioni su tutti gli ultracentenari nel mondo.

Ad oggi, sono mezzo milione le persone sul pianeta che hanno già soffiato su 100 candeline. Tra queste, spicca la giapponese Kane Tanaka. Con le sue 118 primavere, si tratta della donna più anziana del mondo. Per gli scienziati, la barriera dei 120 anni di età potrà essere presto abbattuta e superata. Tra il 2020 e il 2100, infatti, qualcuno riuscirà persino a vivere fino a 130 anni. Certo, gli studiosi precisano che si tratterà di casi decisamente rari e fortunati. Non manca però una più ampia fascia di popolazione che varcherà con facilità la soglia dei 124.

I risultati dello studio

La ricerca, infatti, sostiene che al 99% ci sarà chi supererà le 124 primavere, battendo l’attuale record di longevità fermo a 122 anni. Del resto, gli esperti hanno sottolineato un’evidenza piuttosto curiosa. Quale? A quanto pare, dopo i 110 anni la vita è tutta in discesa. Le probabilità di morire, infatti, non aumentano, ma si stabilizzano.

Ciò significa che chi ha vissuto 120 primavere ha esattamente le stesse possibilità di lasciare questo mondo di un ben più giovane centodecenne. Qual è la ragione che spiega un fatto tanto particolare? Secondo gli scienziati, passata questa soglia di età si entra in uno stato in cui il tempo vissuto non conta più come prima.

Leggi anche: Kane Tanaka: con i suoi 118 anni è la donna più anziana del mondo

Se fino ai 110 anni si è costantemente esposti a deterioramento cellulare e rischio di malattie, una volta superata questa “età critica” il ritmo della degenerazione rallenta. Insomma, non ci resta che attendere fiduciosi l’avvento del 2100, sperando di non morire prima.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend