Yartsa Gunbu: il parassita afrodisiaco più costoso del mondo venduto a 140.000 dollari al chilo

Commenti Memorabili CM

Yartsa Gunbu: il parassita afrodisiaco più costoso del mondo venduto a 140.000 dollari al chilo

| 30/05/2020
Yartsa Gunbu: il parassita afrodisiaco più costoso del mondo venduto a 140.000 dollari al chilo

Lo Yartsa Gunbu è un parassita che vale tanto oro quanto pesa. Anzi, a quanto pare addirittura molto, molto di più.

  • Lo Yartsa Gunbu è un fungo originario dell’Altopiano Tibetano
  • Durante l’estate infetta le larve delle falene del luogo, mangiandole dall’interno
  • Durante l’inverno gli abitanti delle comunità locali si apprestano a raccogliere le larve piene del fungo, per rivenderle a prezzi modesti
  • Le larve arrivano ad Hong Kong, il prezzo sale alle stelle mentre i ricchi del paese cercano di accaparrarsene un po’
  • Lo Yartsa Gunbu sembra essere un toccasana nella medicina tradizionale cinese
  • Cura per tutti i mali, nel suo stelo potrebbe celare anche potenti effetti afrodisiaci

Lo Yartsa Gunbu è un fungo cugino del tanto famigerato parassita tropicale capace di rendere zombi le formiche. Lo avrete sicuramente sentito nominare, più per la sua fama horror che per quella scientifica. Lavorando in maniera analoga, lo Yartsa Gunbu vive sull’Altopiano Tibetano, ma anziché zombificare formiche innocenti preferisce dedicarsi alle falene. Le larve delle falene durante l’estate vivono sepolte nel sottosuolo. Nel periodo della muta, il fungo parassita si innesta all’interno dell’ospite, nutrendosene e venendo in superficie alla fine dell’inverno, con lo sciogliersi delle prime nevi.

Quello è il momento del raccolto. Migliaia di tibetani si riversano nell’Altopiano, raccogliendo quante più larve piene di Yartsa Gunbu riescono a trovare e rivendendole a prezzi piuttosto modesti. A seguito di un passaggio di mano in mano tra intermediari, venditori ed acquirenti, questa larva può arrivare a costare anche 140 mila dollari al chilo. Un giro d’affari che frutta agli abitanti dei paesini locali una fetta considerevole del loro purtroppo misero stipendio annuo. Per molte famiglie delle comunità locali la racconta del parassita è l’unica fonte di sostentamento.

Dopo essere stato raccolto, lo Yartsa Gunbu giunge nelle metropoli della Cina continentale.

Passando di mano in mano, dall’Altopiano Tibetano il raccolto di larve mature giunge fino ad Hong Kong dove viene acquistato da ricchi disposti a pagare somme ridicole pur di accaparrarsene un po’. Tutto l’hype che aleggia intorno al cadavere di una larva di falena saturo di un parassita si deve alle proprietà officinali ritenute miracolose dalla medicina cinese tradizionale. La possibilità che possa funzionare come un afrodisiaco porta le famiglie anche più modeste a spendere delle piccole fortune.

Yartsa Gunbu

Fonte: Nicolas Merky / CC BY-SA 3.0 DE

Purtroppo, seppur fonte di reddito per numerose famiglie locali, il raccolto del parassita sembra non essere privo di conseguenze per l’ambiente. La raccolta massiccia, unità al riscaldamento globale, sta facendo scomparire questo fungo più unico che raro. La diretta conseguenza, come potete facilmente immaginare, è la probabilità che il prezzo già esorbitante della larva possa schizzare ancor più alle stelle.

Leggi anche: Armillaria Ostoyae, il fungo gigantesco che occupa ben nove milioni di metri quadrati

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend