La caffeina aumenta il rischio di shopping compulsivo: lo studio

Commenti Memorabili CM

La caffeina aumenta il rischio di shopping compulsivo: lo studio

| 30/07/2022
Fonte: Pixabay

Ecco perché bere un caffè prima di fare compere non è una buona idea

  • Se amate bere un buon caffè prima di fare acquisti, sappiate che non è una buona idea
  • A svelarlo è uno studio pubblicato sul Journal of Marketing
  • Gli scienziati hanno condotto un esperimento per esaminare gli effetti della caffeina durante lo shopping
  • Questa sostanza stimolante ci spinge a spendere più denaro
  • Non solo: gli acquisti che facciamo sono spesso inutili

 

Per alcuni è una sostanza a dir poco irrinunciabile per cominciare la giornata con il piede giusto, ricaricando le energie. Del resto, però, l’eccessiva assunzione di caffeina comporta effetti collaterali ben noti, tra cui insonnia, tremore e irritabilità. Un recente studio, invece, ha svelato un risvolto inaspettato dell’assunzione di caffeina: consumare bevande che la contengono ci rende più impulsivi, spingendoci ad acquistare prodotti di cui non abbiamo alcun bisogno.

A sostenerlo è una ricerca pubblicata sul Journal of Marketing. Lo studio ha esaminato gli effetti del consumo di una quantità di caffeina compresa tra 30 e 100 mg. Per farlo, gli scienziati hanno messo in pratica un curioso esperimento, che si è svolto in due negozi al dettaglio francesi e in un supermercato spagnolo. Al test hanno partecipato 300 persone, alla metà delle quali è stato offerta una tazza di caffè in omaggio; alla restante parte, invece, è stato offerto un bicchiere d’acqua o un decaffeinato.

La caffeina influenza il nostro modo di prendere decisioni

Dopodiché, i ricercatori hanno monitorato le spese degli acquirenti, per capire se ci fossero differenze comportamentali tra coloro che avevano assunto caffeina e chi invece non aveva consumato questa sostanza stimolante. Nel corso dell’esperimento, è saltato fuori che chi aveva bevuto caffè tendeva ad acquistare un maggior numero di prodotti, spendendo più denaro. Le spese degli altri partecipanti, invece, risultavano più oculate e parsimoniose.

Non solo: stando ai risultati dello studio la caffeina sembra influenzare anche il tipo di acquisti effettuati. La scelta di coloro che avevano assunto questa sostanza eccitante prima dello shopping, infatti, è spesso ricaduta su gadget divertenti ed esteticamente piacevoli, piuttosto che su prodotti utili o di prima necessità.

Leggi anche: Assistente di volo spiega perché non berrà mai il tè o il caffè in aereo

La conclusione dei ricercatori, quindi, è stata che “Nel complesso, i rivenditori possono beneficiare finanziariamente se gli acquirenti consumano caffeina prima o durante lo shopping“. Non è un caso, infatti, che i punti di ristoro in cui è possibile acquistare caffè e altre bevande contenenti caffeina sono sempre più comuni nei luoghi dello shopping. Secondo gli scienziati, i responsabili dovrebbero “informare i consumatori sui potenziali effetti della caffeina sulla spesa“.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend