I 10 maghi che sono stati uccisi dai loro giochi di prestigio

Commenti Memorabili CM

I 10 maghi che sono stati uccisi dai loro giochi di prestigio

| 09/04/2019
I 10 maghi che sono stati uccisi dai loro giochi di prestigio

Negli anni Trenta del secolo scorso i maghi avevano un gran seguito e lo stesso discorso valeva per Charles Rowen, un prestigiatore che si era specializzato da tempo nelle fughe spettacolari. Proprio nel 1930 non riuscì a sopravvivere all’ennesima impresa. L’uomo si trovava in Sudafrica e doveva dimostrare come ci si sfila una camicia di forza prima di evitare un’auto a gran velocità.

Il veicolo procedeva a 70 chilometri orari (velocità pazzesche per l’epoca) e Rowen non riuscì a completare in tempo il suo numero, tanto che la macchina lo colpì in pieno. Il risultato fu una gamba tranciata di netto e una morte per dissanguamento davanti a un pubblico esterrefatto. Non se la passò meglio Royden De La Genesta, il quale voleva dar vita alla classica fuga dal barile.

Finta fucilazione

Fonte: allthatsinteresting.com

Usava soltanto contenitori di latte per le sue magie e sempre nel 1930 passò a miglior vita a causa di una scarsa valutazione dei pericoli che correva. L’uomo doveva evadere dal bidone in cui era stato rinchiuso, una liberazione impossibile dato che il barile si era danneggiato durante il trasporto in camion. C’è poi un’altra storia in cui non si può incolpare un numero troppo rischioso.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend