Tornano i musical a teatro, ma con il divieto di cantare per evitare il contagio da Covid-19

Commenti Memorabili CM

Tornano i musical a teatro, ma con il divieto di cantare per evitare il contagio da Covid-19

| 25/06/2020
Tornano i musical a teatro, ma con il divieto di cantare per evitare il contagio da Covid-19

Canta, ma non cantare.

  • Al West End di Londra presto potrebbero riaprire i teatri
  • Per quel che riguarda i musical, però, c’è un problema
  • Cantare diffonde il Coronavirus più rapidamente
  • Quindi cantare potrebbe essere vietato
  • Un musical non cantato è un problema mica da poco: ne parla lord Andrew Lloyd Webber

 

La pandemia di Coronavirus, e il conseguente lockdown, hanno messo in ginocchio un bel po’ di industrie, non ultima quella dello spettacolo. Cinema e teatri sono chiusi ormai da mesi, e trattandosi di luoghi in cui l’affollamento di persone è difficilmente contenibile si presentano tanti ostacoli alla loro riapertura. A Londra le prestigiose strutture del West End dovrebbero alzare il sipario agli inizi del mese di Luglio 2020.

I dubbi e le perplessità restano molti, in quanto al parlamento britannico sono ancora in discussione le misure di sicurezza che dovranno essere imposte. Tra queste, ce n’è una che ha lasciato a dir poco sgomento lord Andrew Lloyd Webber. Webber è uno dei più importanti compositori di sempre: suoi sono alcuni titoli cult del musical teatrale e cinematografico, come “Cats”, “Jesus Christ Superstar”, “The Phantom of the Opera”.

In un’intervista rilasciata alla radio BBC, Webber dice di nutrire qualche serio dubbio sulla possibilità di mettere in scena dei musical visto che il governo inglese pare intenzionato a far riaprire i teatri solo a patto che… non si canti. Un musical senza canzoni è un po’ come una carbonara senza uova, e l’affermazione sembra un controsenso anche se ha serie fondamenta scientifiche.

Droplet malandrino

Come ormai sappiamo fin troppo bene, il Covid-19 si trasmette con il respiro e anche con quelle goccioline di saliva che emettiamo parlando, dette droplet. Se parlando i droplet arrivano lontano, essi arrivano ancora più lontano quando si canta. Quindi, cantare è vietato: però vedere il fantasma dell’Opera che boccheggia sul palco potrebbe essere uno spettacolo davvero miserando per il quale non pagherebbe nessuno.

Leggi anche: Il teatro che ha deciso di rendere disponibili i suoi spettacoli a un solo spettatore alla volta

Webber non è stato critico, ma positivo e propositivo. Dice che in Corea del Sud proprio il “Fantasma dell’Opera” è stato rimesso in scena al termine del lockdown con misure di sicurezza molto efficaci. Pare che gli attori cantino senza problemi e che nessuno sia ancora morto per un acuto particolarmente potente. Quindi incrociamo le dita: mal che vada si ricorrerà al playback, ma Freddie Mercury avrebbe qualcosa da dire in proposito.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend