Non sappiamo che aspetto abbiamo, ma ci vediamo più belli: lo dice la scienza

Commenti Memorabili CM

Non sappiamo che aspetto abbiamo, ma ci vediamo più belli: lo dice la scienza

| 02/05/2021
Non sappiamo che aspetto abbiamo, ma ci vediamo più belli: lo dice la scienza
Fonte: Pexels

Secondo uno studio non siamo in grado di riconoscere il nostro reale aspetto

  • Pensate di essere brutti? Bene, in realtà vi vedete persino più belli di quanto siete
  • È quanto ha scoperto uno studio condotto dal professor Nicholas Epley
  • Dalla ricerca è emerso infatti che non sappiamo quale sia il nostro reale aspetto
  • Le persone coinvolte nell’esperimento hanno identificato il proprio volto come una versione il 20% più attraente
  • Questo potrebbe spiegare perché a volte rimaniamo straniti quando ci vediamo nelle foto

 

Quante volte ci guardiamo allo specchio o ci scattiamo un selfie o una foto e ci sembriamo strani perché abbiamo in mente un’altra immagine di noi? Ebbene una spiegazione c’è e ce l’ha data l’esperto Nicholas Epley, professore  di scienze comportamentali dell’Università di Chicago Booth School of Business. La risposta è molto semplice: non sappiamo quale sia il nostro reale aspetto.

E – notizia consolante per chi già si vede brutto – è molto probabile che pensiamo di essere più belli di quanto in verità siamo. Elpy ha condotto uno studio in cui ha esaminato come le persone percepiscono se stesse. In quella circostanza ha scoperto che “la gente riconosce i propri volti come fisicamente più attraenti di quanto non siano in realtà”.

Come si è arrivati alla scoperta che non sappiamo quale sia il nostro reale aspetto

Nella ricerca gli studiosi hanno fatto apparire le foto dei volti dei partecipanti più attraenti del 10% e del 20% modificando i loro tratti per farli assomigliare a persone convenzionalmente più belle. A questo punto hanno chiesto loro di identificare il loro volto tra le immagini. E quale hanno scelto?

A conferma che non abbiamo idea del nostro reale aspetto, le persone coinvolte erano più propense a scegliere la versione del loro volto che era il 20% più attraente del loro vero viso. E non solo: “Questo miglioramento sull’aspetto in cui ci si vede si è verificato non unicamente per la propria faccia, ma anche per quella di un amico. Non però per quella di un parente sconosciuto”.

Leggi anche: Le donne curvy rendono gli uomini più felici: lo studio

Esperti del nostro viso sì, ma fino ad un certo punto

Epley ha concluso la sua ricerca affermando provocatoriamente: “Nonostante sei un esperto della tua faccia, questo non significa che sei perfetto nel riconoscerla”. Quindi ci spiace deludervi: pensiamo di essere a conoscenza di quale sia il nostro reale aspetto ma in verità non lo sappiamo per nulla. In più, inoltre, non siamo così belli di quanto pensiamo. Bene, ma non benissimo, insomma.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend