Scoperta la frase scritta più antica del mondo: parla di pidocchi

Commenti Memorabili CM

Scoperta la frase scritta più antica del mondo: parla di pidocchi

| 07/12/2023
Fonte: YouTube

È stata rinvenuta su un pettine

  • Gli archeologi hanno scoperto la frase scritta più antica del mondo
  • Si è così compreso come i genitori siano sempre stati ossessionati dai pidocchi
  • La frase parla infatti di pidocchi
  • È stata rinvenuta su un pettine con i denti progettati per rimuoverli
  • Si pensa che l’oggetto risalga a circa 3.800 anni fa

 

Una scoperta scioccante ha rivelato la frase scritta più antica del mondo, svelando inoltre un annoso problema che da sempre perseguita i genitori: i pidocchi. Il testo è scritto nell’alfabeto più antico del pianeta, ma il suo messaggio è ancora attuale per i genitori di oggi. L’antico testo è inciso su un pettine, un oggetto di lusso per il cananeo dell’età del bronzo che si pensa lo abbia posseduto.

Secondo il Guardian, si pensa che l’antico messaggio dicesse: “Che questa zanna possa estirpare i pidocchi dei capelli e della barba”. Dimostra dunque che i pidocchi sono stati un problema per migliaia di anni, con 14 denti a distanza ravvicinata progettati per rimuoverli e le loro uova trovate su un lato. Sull’altro sono stati rinvenuti sei denti distanziati e consumati, progettati per togliere i nodi. Si ritiene che provenga dall’antico Regno di Giuda, a Lachish, una città-stato cananea.

Il pettine dovrebbe risalire a 3.800 anni fa

È stato stabilito che si tratta di scrittura cananea, l’alfabeto più antico del mondo, che si ritiene risalga a circa 3.800 anni fa. La società esisteva nel secondo millennio a.C. ed era la seconda città più importante del vasto regno, oggi nell’odierno Israele. Un archeologo dell’Università ebraica di Gerusalemme, il professor Yosef Garfinkel, faceva parte della direzione degli scavi e ha dichiarato: “Si ha un pettine e sul pettine c’è il desiderio di distruggere i pidocchi sui capelli e sulla barba. Oggi abbiamo tutti questi spray, medicine moderne e veleni. In passato non c’erano”.

Leggi anche: Il peggior caso di pidocchi mai visto: non riuscirai a smettere di grattarti [+VIDEO]

Si pensa che il reperto sia un oggetto di provenienza benestante e che misuri circa 3,5 cm per 2,5 cm. I ricercatori hanno cercato di effettuare la datazione al carbonio per determinare la sua età esatta, ma non hanno avuto fortuna. L’ipotesi più probabile è che sia stato realizzato intorno al 1.700 a.C. e gli studi al microscopio hanno rilevato le membrane esterne resistenti di piccole ninfe di pidocchi.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend