Uno studio scientifico lo dimostra: gli uomini che hanno macchine costose sono brutte persone

Commenti Memorabili CM

Uno studio scientifico lo dimostra: gli uomini che hanno macchine costose sono brutte persone

| 25/02/2020
Uno studio scientifico lo dimostra: gli uomini che hanno macchine costose sono brutte persone

Non solo luoghi comuni: a volte la scienza conferma quello che già pensavamo.

  • Sulla rivista “Journal of International Psychology” sono comparsi i risultati di un’interessante ricerca
  • la ricerca si è svolta presso l’Università di Helsinki
  • riguarda gli uomini e le automobili (specie quelle costose)

 

Ci sono delle credenze diffuse, spesso accusate di essere “generalizzazioni“. “Non si può fare di tutt’erba un fascio” ci viene detto. Stavolta, però, non è così, perché c’è un assunto che viene confermato persino da un autorevole studio scientifico. L’assunto è: gli uomini che acquistano macchine costose sono dei perfetti imbecilli.

Naturalmente i termini della ricerca non sono esattamente questi. Analizziamoli nel dettaglio, così come appaiono sulla rivista “Journal of International Psychology”. Parliamo di un sondaggio condotto dai ricercatori dell’Università di Helsinki, in Finlandia. Il campione considerato era di 1892 soggetti. Tali sogggetti erano tutti proprietari di automobili di fascia alta, ovvero le più costose.

A spiegare i presupposti dello studio è stato il professor Jan-Erik Lönnqvist. Lönnqvist dice di aver notato, da comune cittadino, come spesso gli automobilisti più indisciplinati siano anche quelli che hanno le macchine più potenti. In particolar modo, lui cita tre note case automobilistiche tedesche: Audi, BMW e Mercedes. Dice che chi guida queste vetture tende a passare con il rosso. Inoltre, ignora i pedoni e avanza a velocità elevate.

I termini della ricerca

Lönnqvist ha così voluto indagare i tratti caratteriali di chi guida macchine costose. Lo ha fatto sulla base di alcuni parametri molto usati in psicologia, raccolti sotto l’acronimo OCEAN. Tale acronimo sta per openness, conscientiousness, neuroticism, extraversion e agreeableness. Ovvero: apertura mentale, consapevolezza, nevrosi, estroversione e cordialità. Pare che tali caratteristiche manchino del tutto agli uomini che prediligono macchine costose.

Questi ultimi sono invece autoritari, egocentrici, litigiosi. Inoltre tendono ad ignorare il prossimo. La macchina costosa serve a solleticare il proprio ego, e a mostrare agli altri l’alta opinione che hanno di loro stessi. Le donne invece non cadono preda di questo meccanismo. Lo studio, bisogna sottolinearlo, riguarda solo gli uomini finlandesi.

Leggi anche: Guida il suo Pandino a 1442 chilometri orari: la multa diventa virale

Va detta anche un’altra cosa, ovvero che parliamo di statistiche. Lo studio evidenzia anche una percentuale che esula da questa conclusione. Ovvero, non sempre chi ha una macchina di grande valore guida come un pazzo. Attendiamo pertanto con ansia che anche gli studiosi di altri Paesi replichino la ricerca, per scoprire se il “luogo comune” è davvero tale.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend