Non buttate via le bucce di melanzane! Secondo questo chef potrebbero trasformarsi in mascherine

Commenti Memorabili CM

Non buttate via le bucce di melanzane! Secondo questo chef potrebbero trasformarsi in mascherine

| 26/06/2020
Non buttate via le bucce di melanzane! Secondo questo chef potrebbero trasformarsi in mascherine

Bucce di melanzane usate come mascherine? L’idea bizzarra di uno chef giordano.

  • Se per voi la sostenibilità è fondamentale e volete ridurre gli sprechi alimentari, lo chef Omar Sartawi ha una carta vincente in serbo per voi
  • Omar Sartawi è uno chef giordano che ha pensato di riciclare le bucce di melanzane e reimpiegarle come mascherine per il viso
  • In un momento storico nel quale la mascherina è la nostra migliore amica, la sostenibilità sembra essersi fatta elemento fondamentale
  • Le bucce, essiccate sotto sale, vengono unite tra loro con un filo di cotone ed impreziosite dalle mani sapienti dei designer giordani Princess Nejla Asem e Salam Dajani
  • La pelle risultante è robusta ma traspirante, secondo Omar Sartawi l’ideale da tenere sul viso evitando gli sprechi

Prima dell’avvento del coronavirus, i dispositivi di protezione individuale erano relegati esclusivamente a determinate categorie di lavoratori. Tra medici, dentisti ed infermieri, le mascherine chirurgiche vendevano il giusto, pur senza uscire dalla propria nicchia di affezionati. Con una pandemia globale non c’è stato settore più spinto in avanti di quello delle mascherine, tanto da far giungere i negozi ad inserirle come accessori in abbinamento al vestiario. Ma se per voi la sostenibilità è ciò che conta davvero, potete abbandonare la stoffa per dedicarvi alle bucce di melanzane.

Ormai, con il boom di mascherine, tra bandane intorno alla faccia e pezze cucite a mano, le stiamo provando davvero tutte. Per lo chef giordano Omar Sartawi sarà quindi risultato estremamente naturale andare a pescare materie prime direttamente nella sua cucina. Secondo lo chef, le bucce di melanzane grazie alla loro pelle spessa potrebbero rivelarsi valide alleate contro la diffusione del virus. O se non altro accessori piuttosto particolari da portare sul viso. Rispetto ad altri vegetali, la buccia di melanzana reagisce in maniera particolare al sale.

Bucce di melanzane sotto sale per mascherine di pelle resistenti.

Omar ha elaborato tutta una tecnica per riuscire a far somigliare lo scarto dell’ortaggio quanto più possibile a della pelle traspirante. Innanzitutto, come illustrato da Reuters, Omar si arma di bucce, le pulisce e le fa essiccare grazie al sale. Una volta completamente spurgate dall’acqua e dai liquidi in eccesso, le pelli vengono stese e cucite tra loro grazie a del filo di cotone. Ovviamente la preparazione spetta ad Omar, ma il lato estetico ed i modelli delle mascherine sostenibili son da attribuire ai designer giordani Princess Nejla Asem e Salam Dajani.

View this post on Instagram

قد تكون قادراً على وضع بطانه فاخره لقطعه ( pərî ) لكنها لاشيء ما لم تكن قابله للثقب و تثبيت حلقات النحاس او ربما بعص من الفضه او الذهب عليها. هل ( pərî ) فابله لتثبيت المعادن عليها حتى تثبت على الجسد ؟ OK fine you managed to add lining to your ( pərî ) But all your work is nothing unless ( pərî ) is durable Enough to be able to withstand copper silver and gold accessories being added to. Is ( pərî ) durable enough for precious metals to be added to it? Jordan Fashion Week limited edition pərî masks. Concept: Omar Sartawi Fashion Conceptualization: Shirene Rifai Mask design: Salam Dajani Mask accessories: Nejla Bint Asem

A post shared by Omar Sartawi | عمر سرطاوي (@omar_sartawi) on

I modelli di mascherine estrapolati dalle bucce di melanzane vengono completati grazie all’aggiunta di cinghie per il fissaggio attorno alla testa ed impreziositi con dettagli alla moda. Il prodotto finito pare sia proprio una mascherina robusta ma traspirante, adatta ad essere indossata sul viso, nonché realizzata con materiali 100% sostenibili e perfettamente in grado di ridurre gli sprechi alimentari. Cosa ne pensate? Se invece le melanzane non fanno per voi, trovate la ricetta della mascherina realizzata con batteri nel link qui sotto. Non vi resta che rimboccarvi le maniche e sperimentare!

Leggi anche: Designer realizzano mascherine biodegradabili fai-da-te composte da batteri

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend