Circo tedesco resiste alla pandemia vendendo vasetti di cacca di leone

Commenti Memorabili CM

Circo tedesco resiste alla pandemia vendendo vasetti di cacca di leone

| 24/08/2020

Cacca di leone contro la chiusura del Krone Circus di Monaco.

  • C’è chi se ne inventerebbe di tutti i colori pur di mantenere a galla la propria attività
  • Con la pandemia, diverse aziende, società ed esercizi commerciali hanno dovuto chiudere i battenti
  • Il circo di Monaco, il Krone Circus, ha deciso di optare per un’idea un po’ bizzarra
  • I gestori hanno deciso di mettere in vendita cacca di leone per 6 dollari al barattolo
  • Una trovata fenomenale: la cacca di leone è un ottimo repellente naturale e i vasetti sono letteralmente andati a ruba

Tenersi a galla in un momento nel quale turismo e spettacolo sembrano agonizzanti per via della pandemia globale, non è di certo impresa facile. Luoghi come gli zoo e circhi hanno infatti visto calare drasticamente gli ingressi dei propri visitatori. Se alcuni luoghi hanno avuto modo di sostentarsi tramite mecenatismo e filantropia – come i pinguini adottati da un supermercato – altri hanno dovuto rimboccarsi le maniche e darsi da fare da soli. È il caso del Krone Circus di Monaco, in Germania, che ha pensato bene di mettere in vendita un ricordino di certo bizzarro: cacca di leone.

Se masticate un minimo di arte, avrete di certo pensato alla Merda d’artista di Piero Manzoni. Qui, da un punto di vista strettamente naturalistico, ci avviciniamo molto ma facciamo scendere in campo i grandi felini. Un’idea stravagante, nata con il preciso scopo di strappare un sorriso alla gente inquieta post pandemia. Oltre a cercare di tirare su un po’ di grana e non far chiudere baracca e burattini, ovviamente. Un’intuizione imprenditoriale forse puzzolente, quella denominata Mr. Poo. Ogni barattolo, però, alla modica cifra di 6 dollari l’uno, pare stia prendendo il volo piuttosto rapidamente, con acquirenti entusiasti per uno o per un altro motivo.

Che sia uno scherzo tra amici o un ottimo repellente per animali, la cacca di leone pare vendere alla grande.

Insomma, quanti buoni usi si può fare della cacca di leone? C’è chi ha scelto di acquistarla per fare uno scherzo ad un amico, ad esempio. Chi invece ne ha comprati diversi barattoli da reimpiegare come repellenti naturali, apparentemente davvero ottimi. “Mi è stato detto che tiene i gatti lontani dal giardino”, ha affermato il domatore di leoni Martin Lacey a Reuters. “Abbiamo anche scoperto che è in grado di tenere gli animali lontani dai cavi elettrici della nostra automobile”. E se lo dice un domatore di leoni, non stentiamo a crederlo. La forza del repellente è rimbalzata in lungo e in largo per il web, facendo aumentare le vendite e tenendo a galla il circo. Ma non tutti sembrano entusiasti.

Leggi anche: Zoo non ha più fondi: in suo aiuto un supermercato ne adotta i pinguini

Per via delle esibizioni feline, il circo in questione è stato spesso nel mirino degli attivisti per i diritti degli animali. Secondo la testata tedesca OVB Online, il gruppo Aktionsgruppe avrebbe puntato il dito contro la cacca leonina, accusandola di contenere batteri altamente pericolosi. Il circo di Monaco però respinge le accuse, convinto che gli attivisti possano aver inventato tali affermazioni. Il Krone ha inoltre affermato che parte dei proventi andrà devoluta ad un ente benefico per la salvaguardia ed il miglioramento della vita degli animali in cattività. Se siete interessati ad un barattolo di cacca, trovate lo stand proprio fuori dal circo, tutti i giorni tra le 10 e le 14.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend