Va dai Carabinieri per denunciare lo smarrimento del cellulare ma è ricercato: arrestato [+COMMENTI]

Commenti Memorabili CM

Va dai Carabinieri per denunciare lo smarrimento del cellulare ma è ricercato: arrestato [+COMMENTI]

| 19/10/2021
ìFonte: Commenti Memorabili Fonte: Pixabay

Un pregiudicato si è recato dai Carabinieri per denunciare la sparizione del suo cellulare, ma aveva fatto male i conti…

  • L’episodio è avvenuto a Bologna, in Emilia-Romagna
  • Il giovane, un ventunenne di origini gambiane, si è recato dai Carabinieri per denunciare lo smarrimento del suo cellulare
  • Peccato, però, che fosse ricercato per alcuni precedenti
  • Da qui, i militari si sono immediatamente accorti del caso e hanno proceduto all’arresto dell’uomo
  • Su di lui pendeva già un precedente provvedimento di cattura

 

Si reca dai Carabinieri per denunciare lo smarrimento del suo cellulare, ma viene arrestato poiché già ricercato. È la curiosa vicenda svoltasi a Bologna, in Emilia-Romagna, dove un ragazzo di 21 anni di origini gambiane, dopo aver perso il suo telefono, è andato dritto in caserma senza sapere di essere schedato e con all’attivo un ordine di carcerazione.

Accompagnato da un assistente sociale, il giovane ha tentato di spiegare come si sono svolti i fatti. Qui, però, dopo aver raccolto le generalità del denunciante, i Carabinieri hanno immediatamente capito chi fosse in realtà il ragazzo in questione. Si, perché quest’ultimo non era nuovo alle forze dell’ordine con diversi precedenti penali per reati di droga e furto.

Denuncia ai Carabinieri la sparizione del suo cellulare: arrestato per altri precedenti

Il ventunenne era quindi già ricercato per reati assortiti e la cosa non è affatto sfuggita ai Carabinieri di Bologna Navile, i quali hanno subito trattenuto il giovane in caserma.

Per giunta, il “fuggitivo” aveva già notificato a suo nome un ordine di carcerazione di due anni ed undici mesi per i suddetti reati commessi in precedenza. A causa di ciò, i militari hanno ritenuto necessario procedere all’arresto.

Uno degli ultimi risale a pochi giorni fa, quando il ventunenne ha tentato di penetrare in uno dei palazzi della Regione Emilia-Romagna. Qui ha affermato di voler recuperare a tutti i costi il suo cellulare che aveva dimenticato dentro.

Dopo i vari no da parte del personale e dei militari, l’uomo ha provato a spacciarsi per un cittadino statunitense, finendo nei guai e venendo denunciato per false attestazioni a pubblico ufficiale.

Leggi anche: Smarrisce il bancomat e va dai Carabinieri, ma ha un documento falso [+COMMENTI]

È proprio grazie a questo episodio che uno dei comandanti ha avuto modo di riconoscerlo in caserma e risalire a lui, procedendo così all’arresto immediato.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend