Offrono ai compagni di classe biscotti con un “ingrediente speciale”

Commenti Memorabili CM

Offrono ai compagni di classe biscotti con un “ingrediente speciale”

| 15/03/2020

Aveva detto che era una “ricetta di famiglia”.

  • Nel 2018 una storia fece molto rumore sulle pagine dei giornali statunitensi
  • Parlava di due ragazze che avevano offerto dei biscotti ai loro compagni di classe
  • Nei biscotti però c’era un ingrediente speciale

 

La maggior parte di noi ha un ricettario familiare, sul quale ha appuntato i piatti della nonna, quelle preparazioni che si riservano ai giorni di festa. L’Italia, da questo punto di vista, ha una tradizione culinaria così vasta che ogni ricetta può avere mille varianti. Sembra che invece in America ci sia un’altra usanza di famiglia, anche se speriamo vivamente che non sia troppo diffusa oltre l’episodio che stiamo per raccontare.

Le protagoniste sono due ragazzine adolescenti che frequentavano la Da Vinci Charter Academy in California. Era l’Ottobre del 2018 e si stava avvicinando Halloween. Così un bel giorno hanno deciso di portare a scuola dei biscotti e di distribuirli ai loro compagni di classe. Circa nove ragazzi hanno mangiato quei biscotti, trovandoli buoni, non diversi da qualunque altro biscotto. Tranne che per un particolare.

Uno dei ragazzi, intervistato in seguito, ha detto che sembrava come di “mangiare la sabbia”. Infatti, mordendo il biscotto, restavano sotto ai denti dei minuscoli frammenti. Chissà che avevano messo nell’impasto: in effetti, le ragazze avevano preannunciato di aver usato un “ingrediente speciale”. La maggior parte dei loro compagni credeva si trattasse di marijuana. Invece si trattava di ben altro.

Le ceneri del nonno

Pare che le ragazze, ridacchiando, avessero detto ad alcuni dei loro amici di aver messo nell’impasto dei biscotti le ceneri del nonno. Una delle due aveva persino l’urna in braccio. Solo che i loro amici avevano creduto ad uno scherzo, addentando i dolcetti senza preoccupazioni. E invece è andata a finire che sono diventati dei cannibali: perché mangiare resti umani è comunque considerato cannibalismo.

Leggi anche: Bambine scout vendono i biscotti fuori da un dispensario di marijuana

Fortunatamente sembra che nessuno abbia subito delle conseguenze, perché non è detto che sia proprio salutare mangiare i resti di un altro essere umano. Riguardo alle due ragazze, non sono state accusate di nulla. In una lettera il preside della scuola ha fatto sapere ai genitori dei ragazzi coinvolti che la loro punizione sarebbe stata “una questione di famiglia“. Anche troppo.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend