CR7 e il memorabile gesto che potrebbe costargli la Champions League

Commenti Memorabili CM

CR7 e il memorabile gesto che potrebbe costargli la Champions League

| 14/03/2019
CR7 e il memorabile gesto che potrebbe costargli la Champions League

Subito dopo il fischio finale di Juve-Atletico Madrid, Cristiano Ronaldo ha pensato di scimmiottare il gesto di Simeone alla fine della gara d’andata: potrebbe costargli carissimo.

Ormai tutti sanno cosa è successo nella partita di ritorno di martedì sera, in cui una straripante Juventus ha compiuto una rimonta incredibile grazie anche e soprattutto al fuoriclasse portoghese, oltre che, ovviamente, agli straordinari compagni, su tutti Emre Can, Bernardeschi e l’esordiente (in Champions League) Spinazzola.

Il 2-0 subito all’andata dai bianconeri sembrava lasciare ben poche speranze agli uomini di Allegri. Invece, grazie ad una prestazione superlativa e soprattutto alla tripletta messa a segno da CR7, l’unica squadra italiana rimasta in Champions League potrà continuare il suo cammino approdando così ai Quarti di Finale.

Tutto bello direte voi (lo diranno specialmente gli Juventini), peccato che a mettere un enorme bastone tra le ruote di Ronaldo (e quindi della Juventus) potrebbe pensarci il comitato disciplinare della Uefa. Sembra infatti che l’Atletico stia richiedendo a gran voce l’apertura di un procedimento disciplinare nei confronti del numero 7 della Juventus, con la UEFA chiamata a giudicare la provocatoria esultanza di Ronaldo a fine partita.

L’asso portoghese, infatti, al termine della storica ed estenuante partita si è lasciato completamente andare scimmiottando, con una scena plateale, quanto compiuto dal Cholo Simeone alla fine della gara d’andata, il quale (diretto verso i propri sostenitori) aveva mimato un gesto che potremmo sintetizzare con “C’abbiamo due palle così…“, volto ad esaltare iperbolicamente i propri attributi e quelli dei suoi giocatori, oltre che a dare un segno d’appartenenza ed attaccamento al proprio club (libera interpretazione).

Il problema però è che il plateale gesto di CR7 sembra fosse volto a schernire e ridicolizzare non solo l’allenatore argentino (con cui non scorre buon sangue da tempo), ma anche gli ultras dell’Atletico per l’appunto, i quali hanno con il portoghese il dente avvelenatissimo per via di tutta la rivalità storica presente tra i due club della capitale spagnola, Real e Atletico di Madrid per l’appunto.

Infatti se il Cholo si è rivolto al proprio pubblico, esaltando gli attributi della sua squadra, Ronaldo invece, essendosi rivolto alla tifoseria avversaria, avrebbe compiuto un gesto di incitazione alla violenza ed è proprio intorno a questo punto che ruota la possibile squalifica.

L’UEFA, secondo il quotidiano spagnolo Marca, potrebbe dunque essere presto chiamata a dare un giudizio (ed eventualmente una squalifica) per quanto accaduto all’Allianz Stadium martedì sera. La società torinese rischierebbe una multa -non salata- così come il fuoriclasse di Madeira, ma a mettere più ansia di un’interrogazione di geografia a sorpresa alle scuole medie potrebbe essere proprio la squalifica.

 

Una squalifica di CR7, a questo punto del percorso europeo della Juventus, sarebbe chiaramente disastrosa per i bianconeri, reduci da un vero e proprio miracolo calcistico ma al tempo stesso consci del fatto che, con l’assenza dell’uomo che è stato comprato proprio per vincere l’agognata coppa che manca da 23 anni, l’impresa diventerebbe certamente molto, molto più ardua.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend