Distilleria vende vino sputato da sconosciuti ad eventi di assaggio

  • Share

Un distillatore australiano ha portato il concetto di riciclo ad un livello completamente nuovo prendendo il vino sputato in una conferenza di degustazione di vini e trasformandolo in uno spirito chiamato appunto Kissing a Stranger.

Peter Bignell, della Tasmanian Belgrove Distillery, ha avuto l’idea al festival Rootstock a Sydney, un raduno di produttori di vino provenienti da tutto il mondo che promuovono pratiche sostenibili nel settore enologico. Era in un gruppo a degustare vini, e come da tradizione nella degustazione del vino, la maggior parte di esso veniva sputata in un secchio. Questa pratica consente agli assaggiatori di provare molti vini diversi evitando l’ubriachezza. Per Bignell, tuttavia, era uno spreco.

Odio gli sprechi, odio assolutamente gli sprechi”, ha spiegato l’uomo ai giornalisti. “Quel secchio nel mezzo della stanza con tutto lo scarto del vino e tutti gli sputi in esso, è uno spreco, che verrà buttato via. Ho detto ‘Se portassi a casa quel secchio e lo distillassi e lo portassi indietro l’anno prossimo, chi lo berrebbe?’ E penso che le mani di tutti si siano alzate”.

Comments

comments

Articoli correlati