In divieto di sosta per 366 giorni di fila: arrestato automobilista

Commenti Memorabili CM

In divieto di sosta per 366 giorni di fila: arrestato automobilista

| 23/08/2019
In divieto di sosta per 366 giorni di fila: arrestato automobilista

Un 26enne è riuscito a sbeffeggiare la polizia stradale per un intero anno bisestile: il divieto di sosta era la sua specialità

Qualche tempo fa circolava una barzelletta scema ma efficace. Dove si siede un elefante di una tonnellata? Ovunque vuole! Lo stesso potrebbe dirsi di un giovane di nazionalità nipponica che è finito in manette circa dieci anni fa per la sua ripetuta violazione del divieto di sosta. Con questo ragazzo la battuta sarebbe questa: dove parcheggia un giapponese? Ovunque vuole!

La vicenda risale al 2008 e ha appassionato il pubblico del paese del sol levante e non solo. Il parcheggio selvaggio e abusivo è stata la prerogativa di Hitoshi Dogo, un automobilista che oggi ha circa 37 anni e che abitava e soprattutto guidava in quel di Osaka. Undici anni fa è stato arrestato per aver collezionato la bellezza di 366 multe stradali in altrettanti giorni.

Per non farsi mancare nulla ha perpetuato il vizietto come se fosse passato un anno bisestile, un particolare che fa capire meglio i 366 verbali, uno per ogni singola giornata del 2008. La sua sosta veniva perfezionata in zone sempre diverse della metropoli asiatica, uno sberleffo che è durato a lungo nella più completa ignoranza dei solleciti. In pratica Dogo era diventato il nemico pubblico numero uno dei poliziotti.

Il modus operandi era sempre lo stesso. L’allora 26enne usciva di casa, parcheggiava il veicolo dopo più gli aggradava e tornava al mezzo come se nulla fosse, incurante della sanzione sistemata con cura sul parabrezza. Per 366 giorni non ha versato nemmeno un centesimo e se l’è spassata, diventando una sorta di “eroe” per moltissimi altri cittadini. A quanto ammontava l’importo da pagare?

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend