Dopo trent’anni di amnesia ritrova la memoria grazie ad un servizio sul Coronavirus

Commenti Memorabili CM

Dopo trent’anni di amnesia ritrova la memoria grazie ad un servizio sul Coronavirus

| 18/03/2020

Mai ci saremmo aspettati che il virus che sta flagellando l’intero pianeta portasse anche qualche notizia positiva. Come trent’anni di amnesia spariti in un baleno.

  • Zhu Jiaming è un uomo della Cina sud-occidentale che dopo una lesione cerebrale ha perso la memoria
  • Trent’anni di amnesia lo hanno portato a vivere con una coppia di buoni samaritani ad oltre mille chilometri da casa
  • Grazie al coronavirus, l’uomo a riacquistato la memoria dopo aver rivisto la sua città natale in un servizio del telegiornale

Sembra incredibile pensare a trent’anni di amnesia. Ma ancora più incredibile è il modo in cui un uomo cinese di 57 anni sia riuscito a riappropriarsi dei ricordi perduti grazie ad un servizio al notiziario. Era il 1990 quando il 27enne Zhu Jiaming, della provincia del Fujian, nel sud-est della Cina, perse la memoria a seguito di un brutto incidente sul lavoro. Il posto di lavoro era molto lontano da casa, luogo dove l’uomo non tornò mai per via della perdita di memoria che lo aveva colpito. Non potendo ricordare chi fosse e da dove venisse, Zhu divenne un senzatetto.

Due buoni samaritani, moglie e marito della famiglia Tan, si offrirono di farlo vivere con loro, strappandolo alla miseria della strada. Senza documenti e senza memoria, per trent’anni Zhu si è sforzato in tutti i modi di ricordare qualcosa della sua vita “precedente” ma senza risultati. Cinque anni fa, la famiglia Tan ha deciso di tornare al proprio paese d’origine, portandosi dietro anche Zhu Jiaming. Nessuno sapeva che così facendo si sarebbero allontanati di 1.500 dalla città natale dell’uomo ma questo, a quanto pare, non fu un ostacolo al destino.

Trent’anni di amnesia recuperati di colpo grazie al servizio di un telegiornale.

A 1.500 chilometri da casa, bloccato dentro quattro mura per via del coronavirus che sta imperversando in tutto il mondo ormai da settimane, al povero Zhu Jiaming non rimaneva molto altro se non guardare la tv. E fu proprio in televisione, durante un notiziario, che per puro caso Zhu riconobbe il luogo dove aveva passato i suoi primi 27 anni di vita. Dopo aver visto il suo paese natale, l’uomo iniziò a ricordare e si recò immediatamente al commissariato più vicino per raccontare la sua storia.

Trent'anni di amnesia

Fonte: China Plus

Fortunatamente, nel giro di poco tempo la polizia è riuscita a rintracciare la famiglia originaria del signor Jiaming e a scoprire dettagli importanti riguardo la vita perduta dell’uomo. A quanto pare, non vedendolo tornare, l’allora giovane Zhu Jiaming era stato dato per disperso. Il padre era venuto a mancare diciotto anni prima e la casa di famiglia era stata venduta. Ma nonostante l’amarezza portata da tali notizie, il sollievo di potersi riappropriare di trent’anni di vita perduta hanno risollevato l’uomo e la madre di Zhu. “Pensavo di non rivederti mai più”, ha affermato l’anziana donna. “Ma per fortuna ora sei qui”.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend