Il piccolo emù abbandonato dai genitori viene adottato da un gregge di capre

Commenti Memorabili CM

Il piccolo emù abbandonato dai genitori viene adottato da un gregge di capre

| 23/04/2021

Una storia a lieto fine quella del piccolo emù che, dopo essere stato abbandonato dai genitori, è stato “adottato” da un gregge di capre

  • L’emù è stato abbandonato dai genitori appena è uscito dall’uovo
  • Essendosi schiuso in un’incubatrice non ha potuto ricevere l’imprinting dal padre
  • Taz è ora accudito in una fattoria in Inghilterra
  • Dopo essere stato abbandonato si è legato ad un gruppo di caprette
  • L’insolita amicizia è diventata ben presto virale

 

Il destino a volte è imprevedibile e qualche volta anche bizzarro. È la storia di Taz, un adorabile cucciolo di emù che, dopo che mamma e papà lo avevano abbandonato ha trovato una nuova e insolita famiglia, un gregge di capre.

Un pulcino rifiutato alla nascita

Taz è stato l’unico pulcino a schiudersi in un’incubatrice. In totale le uova deposte dai suoi genitori, Del e Rodney, erano dieci. Proprio perché non è stato covato in maniera naturale, quindi non è stato tenuto al caldo dal padre, questi non ha potuto dargli l’imprinting una volta nato.

Fortunatamente il piccolo Taz ha rapidamente formato altri legami. In particolare, ha stretto un’insolita amicizia con sei caprette. Sono nate appena pochi giorni prima del giovane pulcino.

La nascita di una strana amicizia

Taz è stato allevato presso il centro di soccorso della fauna selvatica Caenhill Countryside Centre, a Devizes, Wiltshire. Taz ha trascorso ogni giorno a giocare con queste sei capre. Nonostante la differenza di dimensioni e abitudini tra le due specie, le capre sono sembrare da subito molto protettive nei confronti del loro piccolo amico piumato, permettendo a Taz di entrare e uscire dalle loro zampe.

LEGGI ANCHE: “La guerra degli emù: il conflitto memorabile”

Il lieto fine

I proprietari del Caenhill Countryside Centre, Chris Franklin e sua moglie Ellie, hanno sottolineato quanto sia importante e soprattutto salutare per il piccolo emù essersi integrato in un branco, sebbene non sia esattamente della sua specie. I sette animali, infatti, sembrano andare molto d’accordo e hanno un legame speciale.

Alle capre piace giocare e saltellare, e anche a Taz apprezza molto restare in esercizio insieme a loro. Sebbene sia ancora piccolo ha già imparato a correre. Gli emù adulti possono correre fino a 30 miglia all’ora. L’insolita unione è diventata da subito virale sul web.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend