Gli incredibili errori di calcolo commessi da Cristoforo Colombo

Gli errori di Cristoforo Colombo
  • Share

La scoperta dell’America è un fatto storico conosciuto praticamente da tutti, ma spesso si sottovalutano gli errori di Cristoforo Colombo

La Nina, la Santa Maria e soprattutto la Pinta, ma quella di birra. Soltanto un abuso incontrollato di alcol potrebbe giustificare gli errori di calcolo commessi da Cristoforo Colombo per raggiungere quelle che lui riteneva le Indie. Tutti o quasi tutti conoscono questa storia. Il 12 ottobre 1492 il navigatore genovese riuscì a raggiungere le Americhe, dimostrando di poter arrivare in India in maniera più rapida procedendo verso Ovest.

I libri di storia e spesso anche i film si sono soffermati sulla tenacia di Colombo e sulla persuasione nei confronti del regno spagnolo per portare avanti l’impresa. Non meno romanzato è stato il tentativo di ammutinamento che rischiò di far fallire la missione: l’equipaggio non sapeva a cosa sarebbe andato incontro e si temeva addirittura di poter finire negli abissi dopo aver superato la “linea” del mare. Molto meno approfondita è stata la questione dei calcoli dello stesso Colombo. Furono pieni zeppi di errori, ma perché?

Ritratto di Cristoforo Colombo

Leggete il prossimo paragrafo per scoprirlo.

Comments

comments

Articoli correlati