Vi siete mai chiesti perché esistono così pochi animali di colore blu?

Commenti Memorabili CM

Vi siete mai chiesti perché esistono così pochi animali di colore blu?

| 04/04/2021
Vi siete mai chiesti perché esistono così pochi animali di colore blu?

Come mai esistono così pochi animali di colore blu?

  • Il blu è il colore meno frequente in natura
  • Sia che parliamo di piante che di animali è molto difficile tra riscontrare
  • Questo ha dei motivi scientifici che vi lasceranno a bocca aperta
  • E vi porteranno a guardare il mondo in maniera diversa
  • Ma anche la vostra crush con gli occhi di zaffiro

 

Secondo le statistiche, il blu è tra quelli che rientrano spesso nella risposta alla domanda “Qual è il tuo colore preferito?”. Ben 75 paesi diversi hanno una bandiera che contiene il colore blu. L’intero pianeta è circondato al 71% dal colore blu del mare. Ma allora perché esistono così pochi animali di colore blu?

Quasi tutti i colori sulla pelliccia, sulla pelle o sulle piume degli animali hanno pigmenti legati al cibo che consumano. Ad esempio, i cardellini consumano fiori gialli e il salmone e i fenicotteri mangiano crostacei e gamberetti rosa. Il colore blu è anche il più raro tra tutti quelli presenti nelle piante. Quindi gli animali erbivori non assumono quasi mai pigmenti di questa colorazione. Figuriamoci i carnivori.

Esistono davvero animali di colore blu?

Inoltre, quando ci imbattiamo nel colore blu in natura, ci stupirà scoprire (dato ciò che abbiamo appena appreso) che il colore dell’animale raro in questione non è blu grazie ai pigmenti che assume dal cibo. Infatti, appare blu ai nostri occhi grazie al risultato dell’iridescenza e della rifrazione della luce. La stessa cosa accade per le persone che hanno gli occhi blu, tra l’altro. Questo è anche il motivo per cui vediamo tante più farfalle e uccelli blu piuttosto che rettili, anfibi e animali con pelle o pelliccia. È molto più facile ottenere il blu attraverso effetti strutturali sulle squame e le piume. Anche se esistono delle eccezioni pure qui, ovviamente.

Siete pronti a rimanere ancora più sconvolti? Quasi tutti i rarissimi animali di colore blu che esistono in natura non sono quindi veramente blu. A partire dalla farfalla Morpho, famosa per le sue scenografiche ali blu, fino al pappagallo Ara blu o l’Ara di Spix, per intenderci, quello del film d’animazione Rio. Tecnicamente, infatti, il nostro Rio dovrebbe apparire quasi nero. Tuttavia, minuscole sacche d’aria nelle piume dell’uccello diffondono la luce, e ai nostri occhi lo fanno apparire di colore blu.

Leggi anche: Prende in mano un piccolo polpo, ma è uno degli animali più velenosi al mondo [+ VIDEO] 

Quindi, non solo il colore blu è quello meno diffuso in natura, ma possiamo affermare che gli animali di colore blu che conosciamo in realtà non sono veramente blu. C’è solo un’eccezione e si tratta di una farfalla che a quanto pare produce veramente il pigmento blu ed è ancora un mistero per la scienza. Ha due strisce, come due pennellate di blu sulle ali e si chiama Nessaea aglaura.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend