Come ti scaccio il demonio: in libreria il vademecum dell’esorcista

Commenti Memorabili CM

Come ti scaccio il demonio: in libreria il vademecum dell’esorcista

| 21/07/2020
Fonte: www.independent.co.uk

Oggi parliamo di libri da leggere sotto l’ombrellone.

  • In libreria è uscito il volume “Linee guida per il ministero dell’esorcismo”
  • Questo è un documento ufficiale dell’Associazione internazionale esorcisti
  • È un manuale per addetti ai lavori
  • Però è anche rivolto alla gente comune
  • Infatti spiega esattamente cos’è un esorcismo, e sfata alcuni luoghi comuni
  • Insomma, dimenticatevi il film

 

Quando arriva l’estate e l’agognato momento di crogiolarsi un po’ in spiaggia, cerchiamo sempre qualche bel libro da poter leggere in santa pace tra una partita a racchettoni e una nuotata stile cane. Quest’anno vorremmo consigliare a voi, nostri cari lettori, qualcosa di diverso dall’ennesimo giallo di Agatha Christie o dai fumetti di Dylan Dog. Ecco, pare che abbiamo trovato il titolo giusto.

“Linee guida per il ministero dell’esorcismo – alla luce del rituale vigente” è un libretto ameno e poco impegnativo (come d’altronde si deduce già dal titolo) pubblicato dalle Edizioni Messaggero di Padova. Curato dall’Aie, l’Associazione internazionale esorcisti, si tratta di un tomo di appena 306 pagine che si leggono tutte d’un fiato (scendono meglio se accompagnate da una boccetta di acqua santa).

Fermi lì: lo sappiamo che già vi state figurando teste roteanti e schizzi di vomito verde da una parte all’altra della stanza. Spiacenti di deludervi: come spiega il cardinale Angelo De Donatis, vicario generale di Papa Francesco e curatore della prefazione del libro, l’esorcismo non è un rituale scabroso, violento o oscuro. Notiamo un velo di delusione nei vostri occhi. Cerchiamo allora di fare un po’ più di chiarezza.

Pussa via, demonio

Esorcizzare qualcuno non è una sorta di rituale magico altamente spettacolare. L’esorcista basa tutto il suo lavoro sulla preghiera, sulla vicinanza alle anime sofferenti. Il Diavolo infatti, spiega ancora il cardinale De Donatis, si annida in primis nel lassismo morale, nel vuoto esistenziale, e solo in casi estremi diventa possessione. Il libro è soprattutto un manuale per gli addetti ai lavori.

Perché dunque pubblicarlo su vasta scala? Proprio per cancellare alcuni diffusi luoghi comuni sull’esorcismo, e anche sulla figura dell’esorcista. La cosa più importante, e forse la più difficile da fare, spiega il libro, è distinguere tra chi soffre di problemi psichici e chi invece è realmente caduto preda del maligno. Solo una piccola sezione del volume è dedicata alle pratiche che l’esorcista deve adottare per combattere il Demonio.

Leggi anche: Polizia costretta a chiamare gli esorcisti per una casa infestata dai fantasmi

Vi solletica questa lettura, oppure siete di quelli che non credono all’esistenza del Diavolo? Meglio comunque restare pronti a tutto, non credete? Il 2020, in fondo, non è mica finito ancora.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend