Ecco cosa accade se usi FaceApp per cambiare genere per 39 volte consecutive

Commenti Memorabili CM

Ecco cosa accade se usi FaceApp per cambiare genere per 39 volte consecutive

| 01/07/2020
Ecco cosa accade se usi FaceApp per cambiare genere per 39 volte consecutive

Quando l’intelligenza artificiale non è poi tutta questa intelligenza.

  • FaceApp serve per modificare i selfie con l’intelligenza artificiale
  • Ha diversi filtri, tra i quali quello che consente di mutare un uomo in una donna, e viceversa
  • L’artista non binario Chris Schoonover si è voluto divertire un po’ con l’app
  • Ha effettuato la trasformazione per 39 volte
  • Il risultato è esilarante

 

Negli ultimi tempi stanno spopolando alcune app che consentono di modificare il proprio aspetto fisico tramite l’intelligenza artificiale. In particolar modo, quella più usata è FaceApp, la quale permette di fare dei ritocchi molto realistici ai propri selfie. Ogni tanto a FaceApp vengono aggiunti dei filtri “divertenti”, che servono soprattutto a giocare un po’. Ad esempio, molto popolare è stato il filtro che consente di vedere una versione invecchiata di se stessi.

In tempi più recenti, è diventato un vero tormentone il filtro che invece consente di mutare sesso. Ogni uomo ha provato a scoprire che faccia avrebbe se fosse donna, e viceversa. Qualcuno si è divertito ad usare FaceApp anche sui personaggi famosi, con risultati spesso sorprendenti. Siamo talmente abituati ad usare questi ritrovati tecnologici, che a volte non ci stupiamo nemmeno più delle capacità incredibili che hanno.

Pensaci: un’intelligenza artificiale che è in grado di riconoscere i tratti del tuo volto, e di modificarli, ha immagazzinato milioni, miliardi, forse milioni di miliardi di informazioni. E se andasse in tilt? Questo è l’esperimento che ha voluto tentare Chris Schoonover, un giovane artista di 23 anni che si definisce “non binario”, ovvero non si identifica come un uomo, come una donna. Questa è la foto che ha usato su FaceApp.

faceApp

Fonte: BoredPanda

FaceApp al manicomio

Già Chris è partito mettendo in difficoltà l’app: come si comporta FaceApp con qualcuno che non è né femminile né maschile, ma un po’ e un po’? La prima trasformazione che Chris ha effettuato ha dato il risultato che ti mostriamo qui di seguito, e ancora ancora ci siamo. Ma l’artista non aveva finito di divertirsi, ed è andato avanti, e ancora, e ancora. Le trasformazioni successive sconfinano nel campo dell’horror.

Leggi anche: FaceApp, l’applicazione che invecchia ha avuto un successo incredibile

Ad un certo punto, è come se FaceApp fosse impazzito. I tratti della foto vengono stravolti sempre di più fino a non assomigliare nemmeno ad un volto umano. Quando quello che è apparso sembrava più una medusa gelatinosa che altro, Chris ha deciso di fermarsi. Ha poi condiviso il tutto su Facebook guadagnando migliaia di visualizzazioni. Il che dimostra che le intelligenze artificiali sono davvero sempre più simili all’uomo: anche a loro può saltare un neurone, esattamente come accade a noi.

Nel filmato di seguito puoi osservare la sequenza completa delle “mostruose” trasformazioni di Chris Schoonover.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend