Fruttivendolo nascondeva un arsenale di armi nel suo negozio: arrestato

Commenti Memorabili CM

Fruttivendolo nascondeva un arsenale di armi nel suo negozio: arrestato

| 07/05/2021
Fonte: Pixabay

I Carabinieri hanno rinvenuto un arsenale di armi presso un fruttivendolo della zona

  • L’episodio è avvenuto a Bagnoli, in provincia di Napoli
  • Il fruttivendolo deteneva per conto di terzi un grande arsenale di armi
  • Durante la perquisizione, i militari hanno rinvenuto anche tredici chili di sostanze stupefacenti
  • Finiti in manette il titolare dell’esercizio commerciale ed un parente presente sul luogo al momento del blitz
  • Al momento non si conoscono eventi e fatti di sangue legati all’utilizzo di queste armi sequestrate

 

Fruttivendolo deteneva, per conto di terzi appartenenti ad un clan camorristico del luogo, un intero arsenale di armi. L’episodio è avvenuto a Bagnoli, in provincia di Napoli, dove i Carabinieri, dopo una serie di pedinamenti e di approfondimenti, hanno effettuato un blitz presso un esercizio commerciale sito in via Miseno.

Penetrati nel locale, hanno immediatamente attivato la perquisizione la quale ha portato alla luce il pericoloso “tesoretto”. Secondo le dichiarazioni dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli, l’arsenale, particolarmente fornito, comprendeva dieci pistole, sei kalashnikov, cinque pistole mitragliatrici, due giubbetti anti-proiettili, una bomba carta e diverse munizioni.

Nascondono arsenale dal fruttivendolo: arrestato titolare del negozio

Tra frutta fresca e verdure varie, oltre alle armi i militari hanno rinvenuto e sequestrato anche ben tredici chili di sostanze stupefacenti tra hashish e marijuana. Il rinvenimento della merce illegale e dell’arsenale hanno fatto scattare le manette al titolare del negozio ortofrutticolo, un quarantunenne del posto. Arrestato anche un parente di quest’ultimo, presente sul posto al momento del blitz. Entrambi sono risultati incensurati.

Ad ora sono in corso ulteriori accertamenti per tentare di risalire agli effettivi proprietari dell’arsenale detenuto dall’arrestato. Sono già iniziate le ordinarie analisi tecniche e le armi saranno sottoposte anche rilievi balistici per confermare o meno il loro eventuale utilizzo in fatti di sangue e negli eventi delittuosi avvenuti di recente.

Leggi anche: Forzano il posto di blocco e “sfidano” i Carabinieri all’inseguimento per evitare la multa: fermate due ragazze

Proprio questi ultimi hanno spinto le forze dell’ordine ad intensificare controlli e le perquisizioni nei quartieri dell’area occidentale della città.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend