Ultima giraffa bianca al mondo munita di Gps per salvarla dai bracconieri

Commenti Memorabili CM

Ultima giraffa bianca al mondo munita di Gps per salvarla dai bracconieri

| 03/12/2020
Ultima giraffa bianca al mondo munita di Gps per salvarla dai bracconieri

È l’ultimo meraviglioso esemplare di giraffa bianca esistente e il gps è un ottimo modo per preservare la sua vita

  • L’animale si trova in Kenya ed è un maschio
  • È oggetto di caccia di molti bracconieri proprio per la sua spettacolarità e rarità
  • Animalisti ed autorità stanno collaborando per salvare la sua vita
  • Risale allo scorso marzo l’uccisione di due esemplari di giraffa bianca, una mamma e il suo cucciolo
  • Il suo colore è dovuto ad un tratto genetico di nome leucismo

 

A causa della furia dei bracconieri, molte specie animali sono a rischio estinzione. Sono tanti, però, gli attivisti che si mobilitano per tutelarle e, quando c’è collaborazione anche con altre autorità competenti, il successo è assicurato. Proprio come sta succedendo in Kenya dove ancora possiamo assistere alla bellezza di un esemplare di giraffa, l’ultimo di cui si è a conoscenza, contraddistinta da un meraviglioso manto bianco.

Proprio a causa della sua particolarità, è oggetto di desiderio di molti cacciatori. D’ora in poi, però, per questi ultimi sarà nettamente più difficile riuscire nel loro intento. Da qualche tempo la giraffa è dotata di un gps in grado di rintracciare i suoi movimenti, tutelandola da attacchi pericolosi che potrebbero mettere a repentaglio la sua vita.

Così bella e particolare ma ancora senza un nome

Il fenomeno della caccia di frodo in Africa è da sempre un problema che sta pian piano debellando alcuni degli esemplari più particolari della fauna locale, rendendoci così “orfani” di veri e propri spettacoli della natura. Proprio per questo motivo, l’organizzazione Ishaqbini Community Conservancy, che gestisce la riserva naturale nella contea di Garissia dove vive liberamente questo stupendo animale dal manto bianco, ha proposto questo strumento tecnologico per difenderlo dal pericolo del bracconaggio. Decisione presa anche dopo gli avvenimenti dello scorso marzo, quando sono stati brutalmente uccisi madre e rispettivo cucciolo e che hanno visto la mobilitazione di molte associazioni animaliste.

Leggi anche: Le giraffe attirano i fulmini? Secondo un nuovo studio sarebbe molto probabile

La particolarità del suo colore, inoltre, è data da un tratto genetico proprio di questa specie, il leucismo. Quest’ultimo conferisce un colore chiaro tendente al bianco alla pelliccia di animali che normalmente presentano un manto di colore totalmente differente. La giraffa bianca, pur essendo conosciuta in tutto il mondo grazie ai suoi numerosi avvistamenti, è ancora priva di un nome scientifico di riferimento.

 

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend