L’illusione ottica che rivela come la depressione può cambiare la nostra percezione

Commenti Memorabili CM

L’illusione ottica che rivela come la depressione può cambiare la nostra percezione

| 04/04/2021
L’illusione ottica che rivela come la depressione può cambiare la nostra percezione

Un’illusione ottica avrà effetti meno evidenti sulle persone che soffrono di depressione: lo suggerisce un nuovo studio

  • I ricercatori finlandesi hanno studiato gli effetti della depressione sulla percezione visiva
  • Lo studio è stato pubblicato sul Journal of Psychiatry and Neuroscience
  • Un’illusione ottica ha rivelato come la depressione può cambiare il modo in cui vediamo fisicamente il mondo
  • I pazienti depressi percepivano le illusioni costituite da piccoli quadrati come più deboli
  • Tali test di percezione possono servire come ulteriore strumento diagnostico per la depressione

 

I ricercatori specializzati in psichiatria e psicologia dell’Università di Helsinki hanno studiato gli effetti della depressione sulla percezione visiva ed in particolare su un’illusione ottica. Lo studio – pubblicato sul Journal of Psychiatry and Neuroscience – ha confermato che l’elaborazione delle informazioni visive è alterata nelle persone depresse.

Gli esperti hanno confrontato l’elaborazione delle informazioni visive da parte dei pazienti con depressione con quella di un gruppo di controllo utilizzando due test visivi, disponibili a seguire. “Ciò che è stato sorprendente è che i pazienti depressi hanno percepito il contrasto dell’illusione ottica in modo diverso dagli individui non depressi”, ha dichiarato Viljami Salmela, ricercatore dell’Accademia di Finlandia.

“La depressione incide sulla percezione di un’illusione ottica”

I pazienti che soffrono di depressione hanno percepito l’illusione ottica presentata nei modelli come più debole. Di conseguenza,  hanno percepito il contrasto come un po’ più forte, rispetto a coloro che non soffrono depressione. “Il contrasto era soppresso di circa il 20% tra i soggetti non depressi, mentre la cifra corrispondente per i pazienti depressi era di circa il 5%”, ha spiegato Salmela.

Leggi anche: L’illusione ottica del gatto senza testa fa il giro del web

Identificare i cambiamenti nel funzionamento del cervello alla base dei disturbi mentali è importante per aumentare la comprensione dell’insorgenza degli stessi e per sviluppare terapie efficaci a riguardo. Ecco perché i ricercatori ritengono necessario effettuare ulteriori ricerche sull’alterazione dell’elaborazione delle informazioni visive da parte del cervello causata dalla depressione. “Tuttavia, la depressione non può essere identificata testando la percezione visiva. Le differenze osservate sono piccole e si manifestano specificamente quando si confrontano i gruppi”, ha commentato Salmela.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend