Isola Viola: la nuova attrazione instagrammabile viene dalla Corea del Sud

Commenti Memorabili CM

Isola Viola: la nuova attrazione instagrammabile viene dalla Corea del Sud

| 21/07/2020

L’Isola Viola coreana darà di certo tutto un altro aspetto al vostro feed di Instagram.

  • Purple Island, o Isola Viola, è la nuova attrazione turistica della Corea del Sud
  • Si tratta di due isole collegate da un ponte dove tutto è stato dipinto di viola
  • Non solo vernice: i funzionari hanno piantato migliaia di piante di lavanda e alberi dalle fioriture lilla
  • L’Isola Viola sta attirando migliaia di turisti, nonostante il luogo sia ancora in fase di sviluppo
  • Una meta perfetta per dare un tocco di colore al proprio account Instagram

Per quanto siamo convinti che godersi una vacanza lontani dallo stress della vita quotidiana e, soprattutto, ben distanti dalle tecnologie più disparate sia un bene, è innegabile che sempre più località turistiche stiano puntando sugli Instagram spot. Angolini suggestivi dove piazzarsi ed immortalare paesaggi mozzafiato o dove scattare un selfie da decine di like. L’Isola Viola coreana è salita alla ribalta per essere un Instagram spot praticamente nella sua totalità. Dopotutto, a chi non piace il viola?

Per noi italiani, sognare la Corea potrebbe essere un po’ arduo in questi periodi difficili di confinamento e barriere internazionali. Il covid non accenna a scomparire e viaggi intercontinentali potrebbero non essere proprio dietro l’angolo. Ma se sognate in grande e puntate già alla prossima primavera, le strade lilla e gli sconfinati campi di lavanda dell’Isola Viola saranno di certo lì ad aspettarvi. Purple Island era in origine un insieme di due isole: Banwol Island e Parkji Island collegate tra loro da un ponte.

L’Isola Viola sorge nella provincia di Jeolla meridionale e qui tutto, dalle case alle automobili, è viola.

La scorsa estate, le autorità del luogo pare abbiano deciso di “ristrutturare” il luogo, dipingendone di viola case e strade e finendo per dare vita ad una gigantesca attrazione turistica. Il luogo in sé non fa poi molto per mantenere viva l’attenzione dei fiumi di turisti che vi si riversano durante la bella stagione. Dopo aver visto sbocciare 40.000 piante di lavanda, migliaia di alberi imperatrice (che fioriscono di viola, ovviamente) ed aver dipinto ogni superficie piana disponibile, l’Isola Viola è divenuta una vera calamita per curiosi semplicemente… beh, esistendo.

Leggi anche: L’account Instagram che raccoglie le cose più strane fotografate sui mezzi pubblici

Sebbene il sito potrebbe forse possedere un appeal un po’ superficiale, pare che per gustarsi fino in fondo questo scoppiettante luogo turistico monocromo serva più di una semplice giornata. E nonostante l’enorme successo riscosso in questi mesi, pare che soggiornarvi non sia poi così proibitivo. Per circa 40 euro a notte potrete dormire in alberghi viola, usufruire di toilette e ristoranti viola e perdervi negli sconfinati campi di lavanda, pronti ad immortalare tutto quel che di glicine e lillà la Corea del Sud ha reso disponibile ai vostri account Instagram.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ᴋɪᴍ ʜᴀ ʏᴏᴜɴɢ (@khy_0131) in data:

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend