In manette il lanciatore seriale di feci, sorrideva prima di entrare in azione

Commenti Memorabili CM

In manette il lanciatore seriale di feci, sorrideva prima di entrare in azione

| 02/12/2019
In manette il lanciatore seriale di feci, sorrideva prima di entrare in azione

Il lanciatore è entrato in azione a Toronto, nello specifico all’interno della biblioteca di un ateneo locale. Si è presentato nella struttura con un secchio pieno di feci e ha assalito senza preavviso una donna e un coetaneo. In totale le vittime sono state quattro, la maggior parte delle quali di origine asiatica. Ecco perché si è pensato subito che il movente del 23enne fosse razzista.

La polizia ha però preferito che non si parlasse troppo di questa ipotesi, invitando la gente a non far circolare quella che poteva essere una fake news. Il modus operandi è stato sempre lo stesso: il giovane si avvicinava col suo secchio puzzolente, sorrideva come meglio poteva alla persona individuata per il suo gesto e rovesciava il materiale liquefatto sulla testa della stessa.

Gli episodi sono stati quattro e l’ultima aggressione è avvenuta all’esterno di un’altra università canadese, per la precisione contro una ragazza che era appena uscita e si apprestava a tornare a casa. Non c’è dubbio che il lanciatore non si sia preoccupato di essere riconosciuto, l’abbigliamento raccontato dagli studenti colpiti è stato sempre lo stesso e quindi riconoscibile.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend