Le leggi più strane sugli animali domestici ancora in vigore negli USA

Commenti Memorabili CM

Le leggi più strane sugli animali domestici ancora in vigore negli USA

| 03/01/2019
Le leggi più strane sugli animali domestici ancora in vigore negli USA

Le leggi esistono affinché la società possa convivere senza subire ingiustizie, ma a volte ce ne sono alcune piuttosto bizzarre…

Non c’è dubbio sul fatto che in giro per il mondo accadano dei fatti decisamente fuori dal comune. La psiche umana è talmente contorta che può rendere strani alcuni comportamenti. Le persone possono essere “insolite”, e proprio per questo spesso è necessario emanare leggi in grado di proteggerci dagli impulsi più disparati.

Tuttavia, a volte queste regole possono essere prive di logica. Negli Stati Uniti, ad esempio, alcuni legislatori hanno un po’ esagerato nell’emanare alcune norme dedicate agli animali domestici.

Ecco le leggi più assurde sugli animali domestici realmente vigenti in territorio americano, nei rispettivi Stati e nelle rispettive città:

Leggi animali domestici USA

In Oregon, Stati Uniti, sembra che un cane non possa “abbaiare per più di dieci minuti”. Vediamo di approfondire. La norma recita come segue: “È illegale per chiunque permettere che un animale causi fastidio, allarme o rumore a qualsiasi persona o quartiere abbaiando, lamentando, stridendo, urlando, bramando o emettendo altri suoni simili che possono essere uditi al di fuori del confine di proprietà del proprietario o custode in condizioni in cui è dimostrato che i suoni dell’animale si siano verificati o come episodi di rumore continuo per un periodo minimo di dieci minuti o come ripetuti episodi di rumore intermittente per un periodo minimo di trenta minuti”.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend