Lo studio scientifico che ci spiega perché crediamo nelle superstizioni

  • Share

Passare sotto una scala? Incrociare un gatto nero? Neanche a pensarci! Ma per quale motivo molte persone sono così superstiziose? Ce lo spiega la scienza.

Le superstizioni, purtroppo o per fortuna, fanno parte della società da sempre. Ci sono persone che ci credono e persone che se ne guardano bene. Ma la loro esistenza è ben nota a tutti. Pensiamo per esempio alle catastrofi che qualcuno potrebbe aspettarsi durante un venerdì 17. Oppure pensiamo a quante persone per strada se incontrano una scala fanno il giro lungo pur di non passarci sotto. E se mentre si è in macchina un gatto nero attraversa la strada? Apriti cielo!

Eppure le superstizioni non hanno alcun supporto o riscontro scientifico. Ma la gente ci crede, ci crede fermamente. Forse perché vengono tramandate di generazione in generazione. Forse perché le nostre nonne le hanno messe in testa ai nostri genitori e così via. Ci si aspetta sempre che con il passare degli anni e con l’avvento di questa nostra modernità anche molto tecnologica queste superstizioni vadano a perdersi. Ma così non è, o almeno non per tutti.

Le superstizioni

Uno studio scientifico, però, ci vuole spiegare per quale motivo molti di noi credono in queste superstizioni.

Comments

comments

Articoli correlati