Marie Laveau: storia della regina del voodoo

Marie Laveau: storia della regina del voodoo
  • Share

Marie Laveau è considerata la regina del voodoo ed è stata una ricercata in tutti gli Stati Uniti per le sue pratiche che, a detta sua, erano fatte a fin di bene. Scopriamo la sua storia.

Partiamo spiegando che il voodoo non è la pratica di ferire le persone a distanza utilizzando delle bamboline, ma è una vera religione ancora praticata in varie parti del mondo, come l’Africa e negli Stati Uniti. Si basa sulla venerazione degli antenati e della natura e sulla credenza che vivi e morti coesistano gli uni accanto agli altri. Chi venera questa religione pensa che il mondo dei vivi e quello dei morti siano sovrapposti e che grazie a spiriti intermediari sia possibile accedere ai due mondi.

Oggi parliamo della donna che è considerata la regina del voodoo. Si tratta di Marie Laveau, nata il 10 settembre 1801 in qualità di donna di colore libera. Nonostante fosse scura di pelle, era africana solo per un quarto e proprio per questo venne accettata completamente dalla comunità. La madre era di religione voodoo, ma nonostante questo decise di battezzare la sua bambina come cattolica, facendola crescere a New Orleans. Nonostante l’epoca, grazie all’influenza positiva del padre, Marie imparò presto a leggere e a scrivere e fin da bambina si interessò in modo particolare a quella che era la religione della madre.

Marie Laveau regina del voodoo

Ma come è stata la vita di Marie?

Comments

comments

Articoli correlati