Quando nel Medioevo cercavano di dipingere animali che non avevano mai visto

Commenti Memorabili CM

Quando nel Medioevo cercavano di dipingere animali che non avevano mai visto

| 21/10/2020
Quando nel Medioevo cercavano di dipingere animali che non avevano mai visto

Il Medioevo dev’essere stato un posto meraviglioso.

  • Nel Medioevo gli illustratori dovevano usare molto la fantasia
  • Spesso dovevano disegnare animali che non avevano mai visto dal vero
  • I risultati sono a volte inquietanti, a volte esilaranti
  • Un utente di Twitter, Daniel Holland, ne ha presentato una carrellata
  • Indovinare di che animale si tratta non sempre è facile

 

Facile fare dell’ironia al giorno d’oggi. Abbiamo una gran facilità a viaggiare, possediamo strumenti come la televisione e internet, possiamo consultare tutti i libri che vogliamo. Per un uomo medioevale fare ognuna di questa cose era molto più difficile, quando non impossibile. Quindi, c’erano animali che nessun uomo che viveva in Europa poteva aver visto, come il leone, o il castoro.

Eppure i miniatori cercavano lo stesso di fare del loro meglio per raffigurare queste bestie. Probabilmente si basavano sui resoconti altrui, su descrizioni sommarie, e poi per la maggior parte si lasciavano guidare dalla fantasia. E che fantasia. Basti vedere come dipingevano una balena.

Medioevo animali

Fonti: Twitter

Un utente di Twitter, Daniel Holland, un giorno stava seguendo una trasmissione televisiva che parlava proprio di questo. Incuriosito, ha deciso di fare una ricerca e poi di condividerne il frutto sul suo profilo social. Ne è derivato una sorta di Bestiario 2.0 che mostra chicche come questa.

Medioevo animali

Fonti: Twitter

Animali fantastici

Gli animali ritratti sono tutti realmente esistenti, ma sembrano usciti da un sogno o, più spesso, da un incubo. L’immagine sopra ritrae un gufo dalle fattezze vagamente umane, ed è davvero inquietante. Quella sotto, invece, immortala leoni e orsi: a voi distinguere gli uni dagli altri.

Medioevo animali

Fonti: Twitter

E che dire di questo castoro volante?

Medioevo animali

Fonti: Twitter

O del coccodrillo intento a pascersi della carne umana?

Medioevo animali

Fonti: Twitter

Gli esperti dicono che non dovremmo essere spocchiosi. Nel Medioevo non erano ingenui né primitivi. Gli illustratori amavano fare sfoggio delle loro qualità, lasciando molti particolari imprecisi ben sapendo che non potevano conoscere il reale aspetto degli animali esistenti in lidi lontani. L’elefante con la proboscide-tornado è un vero tripudio di immaginazione.

Medioevo animali

Fonti: Twitter

E anche l’ippopotamo non scherza.

Leggi anche: I coniglietti assassini nei manoscritti medievali

Medioevo animali

Fonti: Twitter

Chiudiamo questa edificante carrellata con questo:

Leggi anche: Gente nell’arte medievale che muore male e non gliene frega niente

Medioevo animali

Fonti: Twitter

Cos’è? Ma è un leopardo, non si nota? Soprattutto l’espressione è inconfondibile!

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend