Il mistero giapponese della donna dalla bocca sventrata

mistero giapponese donna bocca sventrata
  • Share

mistero giapponese donna bocca sventrata

La donna è sempre stata fonti di problemi per noi uomini, ma questa credo che sia una delle peggiori. Siete da soli in una stradina di periferia di Tokio, in Giappone, a notte fonda. I lampioni illuminano malamente le facciate delle case, alle cui finestre le persiane si abbattono violentemente come ghigliottine. D’un tratto vi si avvicina una bella donna, dai lunghi capelli corvini vergati di riflessi bluastri. No, non è una venditrice Folletto, ma Kuchisake-onna.

Questa donna indossa una mascherina, cosa comune in una megalopoli come la capitale nipponica. Lo smog ed altri fattori sono importanti e anche voi non potete farne a meno se andate là. Molti abitanti combattono così lo smog. Vi afferra un braccio, e con voce languida vi chiede se la trovate bella. Qualsiasi sia la vostra risposta non ha importanza: da sotto la mascherina si rivela una lunga fila di enormi denti aguzzi. Poi più nulla, siete ormai cibo per vermi (che, grazie all’alcool che avete impregnato nella carne, banchetteranno come tedeschi all’Oktoberfest).

Questa è la storia di Kuchisake-onna, la donna dalla bocca sventrata.

freccia

Comments

comments

Articoli correlati