La navigazione in incognito potrebbe non essere così privata come pensi

Commenti Memorabili CM

La navigazione in incognito potrebbe non essere così privata come pensi

| 11/08/2021

Pensi di essere al sicuro con la navigazione in incognito?

  • Credi che la navigazione in incognito sia “sicura”?
  • Non è così e non sei l’unico ad esserne convinto
  • Circa il 40% degli utenti crede che questa modalità sia completamente anonima
  • In realtà i principali browser avvisano che possono ancora vedere cosa stai facendo
  • Ci sono altri modi per navigare realmente in anonimo

 

Se stai usando Internet e non vuoi che qualcuno lo scopra – ad esempio la tua dolce metà, che magati ha un compleanno in arrivo e sei in cerca di un regalo a sorpresa (sì, certo. “Fidati”) – allora probabilmente utilizzerai le finestre di navigazione in incognito sul tuo browser. Tuttavia, mentre potrebbe fornirti l’illusione della privacy online, la realtà potrebbe essere completamente diversa, e ci potrebbero essere modi in cui qualcuno potrebbe scoprire cosa stai facendo davvero.

Se hai mai letto le scritte in piccolo quando apri quella schermata oscurata, noterai che i browser più comuni – come Google Chrome, Firefox e Safari – ti diranno che gli Internet provider, gli operatori dei siti web e i raccoglitori di dati possono ancora vedere cosa stai facendo. Secondo uno studio del 2018, nonostante questo sia stato chiarito, moli utenti – fino al 40% – credono che con la modalità in incognito siano “al sicuro”. Circa il 22% crede che il Governo o i provider Internet non possano tracciare ciò che stanno facendo mentre sono dietro la protezione della modalità privata.

La vera funzione della navigazione in incognito

In realtà, la funzione della modalità privata è cancellare la cronologia di navigazione e i cookie subito dopo aver chiuso la finestra. Questo è qualcosa che potresti facilmente fare da solo tramite le impostazioni del browser subito dopo la navigazione. Quindi, secondo quanto riportato su Vice, anche se stai navigando in incognito, puoi ancora essere rintracciato. Come? Tramite il tuo indirizzo IP, o tramite le “impronte digitali del browser”, ovvero bit di informazioni fornite dal tuo computer per far visualizzare correttamente i siti web.

Leggi anche: Chiamano il figlio HTML: il padre è uno sviluppatore web

Anche se potresti pensare che sono informazioni relativamente piccole, se fossero messe insieme potrebbero praticamente riconoscere la tua identità. Secondo le regole del GDPR, gli Internet provider possono conservare i dati per il tempo “strettamente necessario” prima che vengano eliminati. Devono anche giustificare perché li conservano, il che permette al Governo e alla Polizia di ottenerli se lo richiedono. Se vuoi rimanere completamente invisibile, è possibile lavorare attraverso Tor. Si tratta di un browser gratuito che reindirizza la tua richiesta attraverso almeno tre server casuali, ma anche questo non è totalmente privato.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend