Entra e nuota dentro un acquario in mezzo ai pesci, 26enne in manette

Commenti Memorabili CM

Entra e nuota dentro un acquario in mezzo ai pesci, 26enne in manette

| 30/06/2020
Entra e nuota dentro un acquario in mezzo ai pesci, 26enne in manette

Acquario o piscina?

  • Un acquario scambiato per una piscina: un ragazzo ha scelto di diventare virale con un video che gli è costato l’arresto da parte della polizia
  • Il giovane ha sfidato i gestori della struttura e ha spiegato di dover raggiungere a tutti i costi almeno 2mila like
  • La fedina penale del protagonista della storia poteva anche rimanere pulita, visto che è riuscito ad allontanarsi
  • La sua colpa è stata quella di essere tornato sul luogo del misfatto per poi essere riconosciuto dai testimoni
  • La polizia è stata fatta intervenire sul posto e le manette sono scattate ai polsi del nuotatore improvvisato

Acquario ascendente…beone! Soltanto l’alcol può giustificare il gesto assurdo di un 26enne dello stato americano della Louisiana. La sua immensa voglia di nuotare lo ha portato a farlo nel luogo meno indicato, vale a dire un acquario della città di Bossier City. Il protagonista della storia si chiama Kevin Wise ed è stato arrestato dalla polizia in seguito alla bravata che è comunque diventata virale.

La cisterna presente nella struttura lo ha attirato al punto da organizzare un video da diffondere online tramite TikTok. L’obiettivo è presto detto, visto che lo stesso Wise è stato molto sincero da questo punto di vista. Secondo quanto riferito da Wise, era necessario registrare almeno 2mila like in caso di tuffo e nuotata nell’acquario.

Cosa si vede nel filmato

Il giovane ha spiegato ai poliziotti che lo hanno ammanettato di non voler essere bugiardo e la goliardata è stata raccontata per filo e per segno. Ma cosa mostra esattamente il filmato? Si nota subito il 26enne che nuota senza problemi nella vasca improvvisata e in mezzo ai pesci, prima dell’arrivo della pattuglia in seguito alla segnalazione dei dipendenti della struttura.

Leggi ancheL’acquario giapponese che sta chiedendo alle persone di videochiamare le anguille sole

In realtà, questo utente di TikTok così bisognoso di visibilità poteva addirittura evitare il processo. Il fermo di Wise è avvenuto quando questo nuotatore da acquario è tornato sul luogo del misfatto ed è stato riconosciuto da molti testimoni. Oltre all’appuntamento in tribunale, dovrà sostenere i danni provocati e pagare i costi per la pulizia della cisterna che ha una capacità di 13mila galloni (poco meno di 50mila litri). Per diventare ancora più virale, sarà costretto a organizzare eventi meno eclatanti.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend