La grande passione di Mozart per le volgarità e le bestemmie

Commenti Memorabili CM

La grande passione di Mozart per le volgarità e le bestemmie

| 09/08/2018
La grande passione di Mozart per le volgarità e le bestemmie

Wolfgang Amadeus Mozart era piuttosto scurrile e allusivo nelle sue lettere e conversazioni: per gli esperti soffriva della sindrome di Tourette

Io, è vero, sono volgare. Ma vi giuro che la mia musica non lo è. Sembra la frase di qualche rockstar dannata, invece sono parole scritte da Wolfgang Amadeus Mozart, uno dei geni indiscussi della musica classica. Magari non tutti conosceranno i titoli esatti dei suoi lavori, ma è sicuro che anche un breve motivetto potrebbe far esclamare: “Questo lo conosco!”.

Mozart aveva senza dubbio delle capacità artistiche fuori dal normale, eppure in pochi conoscono la sua goliardia e una passione molto particolare per le volgarità. Guardando i suoi ritratti ci si aspetterebbe un musicista tutto di un pezzo, severo e poco incline al divertimento. Al contrario, il compositore austriaco riempiva i propri discorsi e le proprie lettere di oscenità di ogni tipo, bestemmie ed espressioni di dubbio gusto. Potrebbe crollare un mito insospettabile, ma la storia è spesso capace di scovare lati misteriosi e poco chiari di un determinato personaggio.

Un celebre ritratto di Mozart

Ecco cosa si è scoperto su Mozart.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend